Milan, De Caro: “Pioli, conferma malgrado la piazza” Il paragone con la Roma

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Le riflessioni di Andrea De Caro sul futuro di Pioli al Milan: il rapporto con la piazza, le voci che si rincorrono e il paragone con la Roma

In un lungo editoriale sulle colonne della Gazzetta dello Sport, il vicedirettore del quotidiano Andrea De Caro ha fatto alcune riflessioni su Stefano Pioli e sul futuro della panchina del Milan. Tra il rapporto con la piazza e le voci che si rincorrono, De Caro sostiene che al momento il Milan non sembra farsi condizionare dai tifosi sul futuro di Pioli… ma sarà la scelta giusta?

Il futuro di Pioli

Per il vicedirettore della Gazzetta dello Sport, “la sensazione è che, nonostante valore e curriculum, qualcosa si sia ormai rotto nel rapporto tra il tecnico e la piazza“. Della storia di Stefano Pioli sulla panchina del Milan, De Caro fa notare un particolare del passato e uno del presente: “Da tempo si racconta che Pioli sia stato facilitato nel restare solo dal cambio di proprietà, la novità dell’ultima settimana però, attraverso rumors fatti filtrare dal club, è che ci sia la volontà di confermarlo“.

Per De Carosarebbe difficilissimo riproporre Pioli se uscisse contro la Roma in Europa League e perdesse il derby“: le voci sulla conferma sono “promesse reali o di circostanza per evitare le continue fastidiose ipotesi di mercato?“. Al momento, chiude il giornalista, “i club sembrano non farsi condizionare dalle piazze, e spesso questa scelta si rivela esatta come hanno dimostrato i Friedkin esonerando Mourinho, molto amato dai tifosi, e affidando la Roma a De Rossi“.

Ultime news

Notizie correlate