il 25/01/2024 alle 14:04

Caressa: “Pioli, un punto di forza ha salvato il Milan: ecco quale”

0 cuori rossoneri

Intervenuto a Sky Sport24, Fabio Caressa ha parlato del percorso del Milan e della gestione dei momenti negativi da parte di Pioli

Dopo un autunno complicato e alcune voci riguardanti un possibile esonero, Stefano Pioli ha lentamente ripreso in mano il Milan ritrovando risultati e anche prestazioni. Intervenuto a Sky Sport24, Fabio Caressa ha parlato del percorso del Milan e della gestione dei momenti negativi da parte di Pioli.

Pioli Milan

MILAN, RAVANELLI: “PIOLI, MI FAI PENSARE! COSÌ RIENTRI IN GIOCO”

Caressa su Pioli e il percorso del Milan

“La partita di Udine è un po’ la storia del Milan. Quando il Milan in questi anni si è trovato ad un passo dal baratro si è sempre tirato fuori, anche agilmente in certi casi, come ha fatto ieri nel finale contro l’Udinese. È una squadra che evidentemente ha queste caratteristiche, ovvero di reagire nelle difficoltà. Mica è una cosa da poco. Secondo me gliela trasmette Pioli, che trasmette anche tranquillità. Credo che sia un suo punto di forza. E tranquillità non lo dico in senso negativo, è importante essere tranquilli nei momenti negativi, non perdere la testa. Questo secondo me Stefano ce l’ha molto. E questo ha permesso al Milan di tenersi in linea di galleggiamento per il terzo posto, però attenzione. Questa mi sembra sempre una squadra che è sul punto di fare un salto di qualità importante. La distanza da Inter e Juventus è tanta, però non si sa mai se per esempio Leao miracolosamente si rimette a giocare. Anche ieri ha fatto due tre strappi ma è la continuità nei novanta minuti che non riesce a trovare da inizio stagione”.

MILAN-ROMA, PIOLI: “NO SCUDETTO, ABBIAMO UN ALTRO OBIETTIVO PER IL RITORNO”

Il botta e risposta con Bergomi sulla prima parte di stagione dei rossoneri

Nel consueto appuntamento domenicale con Sky Calcio Club di due settimane fa, Caressa aveva aperto così il discorso sul Diavolo: “Io ho sentito spesso che Pioli è in difficoltà, che è stata l’ultima spiaggia… ma dove pensavate che fosse il Milan in campionato? Il girone di Champions League era difficile, si poteva restare dentro, si poteva uscire ed è finito in Europa League. E’ terzo in classifica, ha cambiato un sacco di giocatori, ha ringiovanito la squadra, c’erano due 2005 in campo… Pensavate fosse più avanti del terzo posto?”.

Dopo la domanda rivolta al tavolo, Bergomi ha replicato per primo: “Assolutamente sì, nella loro testa sì, è quello che penso io. Tre anni fa mentre nessuno lo pensava, io dicevo che avrebbero vinto lo scudetto. Nella loro testa pensavano di essere più avanti, perché hanno cambiato per migliorare, la fascia destra, i muscoli in mezzo al campo… Poi non li hanno avuti sempre. A me hanno insegnato che gli infortuni muscolari sono un’aggravante, non una scusante. Ma il Milan al completo… loro pensavano di essere più avanti. Il girone di Champions League poi si è dimostrato più facile e si poteva passare. Lo penso anche io che sarebbero potuti essere più avanti, e credo che loro pensino ancora adesso di poter rimontare quei 9 punti. E lo pensano forte”.

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

NOTIZIE MILAN