Milan, Caressa: “Pioli, poca moderazione sul futuro. Il derby non influirà”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Sul suo canale Youtube, Fabio Caressa ha parlato anche di Loftus-Cheek e del futuro di Pioli sulla panchina del Milan

Negli ultimi giorni, sta prendendo quota la possibilità che Pioli possa proseguire alla guida del Milan anche nella prossima stagione nonostante le voci delle scorse settimane. Sul suo canale Youtube, Fabio Caressa ha parlato di Loftus-Cheek e anche del futuro di Stefano Pioli sulla panchina del Milan.

Le parole di Caressa

“Di Loftus-Cheek io non pensavo avesse questo impatto sul campionato italiano, invece è un giocatore importante perchè ha fisico, ha inserimento ed è bravo a segnare. E’ vero che il Milan con quel centrocampo rischia forse più di quanto dovrebbe in certe occasioni, soprattutto quando viene preso in verticale perchè non ha giocatori di copertura e interditori.

Però è anche vero che Pioli in questo modo ha ottenuto una squadra che a tratti è molto divertente, in alcune partite più e in altre meno, ha saputo superare un momento di difficoltà per via degli infortuni e che adesso veleggia comodamente al secondo posto. Ho sentito chiedere che cosa succede se Pioli perde ancora il Derby…secondo me il suo futuro non può essere legato al Derby, ma alla possibilità magari di alzare un trofeo e di arrivare secondo in classifica.

Con la squadra che è cambiata così tanto da un punto di vista tattico e della mentalità, così giovane, io penso che stia facendo il suo e forse anche qualcosa in più. L’unica pecca è essere usciti in Champions League, contro due squadre che comunque poi sono arrivate ai quarti (unico caso dei gironi). Il mio giudizio su Pioli è sempre positivo, e mi sembra che anche qui ci sia una tendenza un po’ troppo basculante tra il Pioli in e il Pioli out. Bisogna vedere le cose con più moderazione”.

Ultime news

Notizie correlate