“Confronto Pioli-Furlani. E Cardinale non parte”: Milan, che succede?

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Il Milan si confronta per trovare una soluzione alla crisi: Cardinale non parte, Furlani va a Milanello: atteso confronto con Pioli

Un periodo di crisi che si protrae da tempo e che, però, va a fasi alterne: il Milan di Stefano Pioli non è più stabile, è anzi vulnerabile e soprattutto in difficoltà con i risultati. Questo, principalmente, è quel che deve interessare alla proprietà RedBird e anche alla dirigenza, motivo per cui a questo punto occorre confrontarsi su quanto sta accadendo in casa rossonera. Un’importante notizia, in questo senso, è data oggi da Gazzetta.it.

PEDULLÀ: “PIOLI AL CAPOLINEA. PROPRIO LUI NON CI SPIEGA IL PERCHÉ”

Confronto dirigenza-allenatore

Secondo quanto riporta il sito del quotidiano rosa, Gerry Cardinale è rimasto a Milano, e questa è una notizia. Di solito, infatti, il patron del Milan il giorno dopo le partite a cui assiste riparte per i suoi affari. È altrettanto vero, però, che a volte Cardinale arriva a Milano il giorno prima del match. Questa volta, invece, era sbarcato in città solo nelle ore precedenti la partita, quindi un'”appendice” del giorno dopo è assolutamente logica. Lo scopo, comunque, non è aprire lo stato di crisi rossonero. Oggi a Milanello la squadra sosterrà il solito allenamento defaticante. Non si presenterà il numero uno di RedBird, ma è atteso l’amministratore delegato Giorgio Furlani, perché dopo la partita di ieri occorre un attimo guardarsi in faccia tra dirigenza e allenatore. Per Gazzetta, Cardinale e Furlani si vedranno molto probabilmente a parte.

ORDINE: “ORE DI RIFLESSIONE SU PIOLI: IL MILAN PAGA IL PECCATO ORIGINALE”

I due impegni odierni di Cardinale

Nel corso della giornata di oggi, aggiunge il sito, Cardinale potrebbe/dovrebbe portare avanti le due situazioni di cui si sta occupando da tempo in prima persona: stadio e Ibrahimovic. Per quanto riguarda San Donato, negli ultimi giorni Scaroni e Furlani hanno in pratica dato l’addio definitivo a qualsiasi ipotesi residua sulla permanenza nella zona di San Siro, puntualizzando che il progetto nell’area San Francesco sta proseguendo con reciproca soddisfazione. Quanto a Zlatan, la fumata bianca arriverà e pare sia solo questione di tempo. L’annuncio magari non è imminente, ma l’affare sembra in via di definizione. La rosea riporta che i due hanno parlato anche ieri sera a San Siro, ma un conto è farlo nel caos dello stadio, un altro al chiuso in hotel.

ESCLUSIVA, MISTRETTA (ASS. SAN DONATO): “STADIO MILAN, QUESTA LA NOSTRA PRIORITÀ”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate