Milan, Borghi attacca Pioli: “Sempre lo stesso errore, mi ha stupito”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato il 21-11-2000. Laureando in Economia e gestione dei beni culturali e dello spettacolo all'Università Cattolica del sacro cuore di Milano. Redattore di Radio Rossonera, innamorato del Milan e dello sport in generale.

Monza-Milan ha fatto riaccendere le polemiche su Pioli, fiducia non ripagata e problemi costante: il pensiero di Borghi

Stefano Pioli è al centro delle critiche dopo le sue scelte in Monza-Milan: Stefano Borghi approfondisce il tema e va oltre. Ieri sera la scelta di fare un ampio turnover non ha ripagato, le seconde linee hanno fatto male e Malick Thiaw al rientro non è sembrato pronto. Borghi contesta a Pioli il tridente atipico, il Milan però ha un problema di attenzione e i gol nascono spesso da una specifica situazione.

MORETTO: “MILAN SU LOPETEGUI: 3 MOTIVI CONVINCONO LA DIRIGENZA”

Milan, il tuo problema è sempre quello

Stefano Borghi ha detto la sua nel post partita di Monza-Milan a Dazn: le scelte errate di Pioli e non solo, i rossoneri si fanno trovare spesso disattenti in una situazione. 

“Pioli ha voluto dare alle seconde linee un segnale di fiducia, considerato il fatto che stavano facendo molto bene. A posteriori si parla e quel che stupisce è la totalità della turnazione del tridente. Non sappiamo però le condizioni degli altri. Poi ripeto, la partita ha raccontato tanto, anche sugli episodi. Il Milan l’aveva ripresa, ed anche all’inizio, il primo tempo, era stato lento e non bellissimo da entrambe le parti. Ciò che si è riproposto è il fatto che il Milan abbia preso gol dopo una lunga pausa, come successo ad Udine. Quindi forse c’è anche da pensare ad un discorso d’attenzione più che di interpreti“.

Ahia Pioli: la fiducia inizia a mancare

I tifosi del Milan non sono più con Stefano Pioli e sperano in un nuovo allenatore per la prossima stagione. L’ambiente parla chiaro e Pioli non gode più di quella fiducia che si era costruito negli anni con il ritorno in Champions, la vittoria dello scudetto e la semifinale di Champions League. Il ciclo Pioli sembra finito, non si vede più lo spirito che c’era l’anno del titolo e gli addetti ai lavori imputano errori precisi al tecnico rossonero. La squadra è spesso troppo sbilanciata e questo fa si che prenda troppi gol, le scelte di formazione spesso fanno discutere e la sua comunicazione ha stufato. Tutta fa pensare ad un cambio a fine stagione, Pioli complessivamente lascerà avendo svolto un ottimo lavoro dall’ottobre del 2019.

COME STA IL MILAN? DI STEFANO DOPO MONZA: “SENSAZIONI CON UN MA”

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate