“Pioli in bambola! Gli algoritmi non vanno”: l’ex DS boccia il Milan

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Milan bocciato e Pioli in difficoltà: nelle parole dell’ex DS della Juventus e non solo anche il parere sul ritorno di Zlatan Ibrahimovic

Ospite della rubrica “A tu per tu” di TMW, l’ex DS e protagonista di una delle pagine più buie del calcio italiano Luciano Moggi ha parlato, oltre che del big match al rientro dalla sosta tra Juventus e Inter, anche della difficile situazione che sta vivendo il Milan di Stefano Pioli. Perché la squadra non sta rendendo? Zlatan Ibrahimovic può salvare la situazione?

PEDULLA’ SENTENZIA: “PIOLI RECIDIVO, HA PERSO IL MILAN!”

“Pioli in bambola, gli algoritmi non rendono”

JUVENTUS-INTER: “Ogni volta Moratti comincia a sproloquiare, dice cose errate e sono stufo. Racconta che combatteva in un campionato dove non poteva fare niente perché c’erano poteri occulti, non dice che compravano giocatori di livello basso. Se Moratti era così tanto sicuro di avere la pulizia in società perché non ha rinunciato alla prescrizione? Basti pensare alla storia dei passaporti e tanto altro, altrimenti mi fa dire cose che sono antipatiche. Alcuni soggetti si adattano alle domande senza senso che vengono poste da qualche giornalista”.

IL MILAN E IBRAHIMOVIC: “Va a corrente alternata perché è stato fatto con gli algoritmi di Furlani, nessuno in squadra è un campione. Ha affidato mani e testa all’allenatore che può essere andato in bambola. Contro il Lecce D’Aversa lo ha messo in confusione con i cambi. Mancano Tonali e Bennacer che sta recuperando. Ibrahimovic? Bisogna vedere in che contesto lo si mette. In un contesto di comando può dare ottimi risultati perché è un uomo di carattere e sa come prendere i calciatori, da cui è stimato. Se lo si mette come consulente è un discorso diverso… Dipende dall’incarico”.

AMBROSINI: “PIOLI GRAVATO DI RESPONSABILITA’! MILAN, ECCO IL MIO LEADER”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate