Milan, Adani sta con Pioli: “Non me lo spiego: è come dice Gasperini”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Adani non si spiega questo accanimento da parte dei tifosi del Milan verso Pioli: cita Gasperini e parla di posizioni estreme

Lele Adani, Nicola Ventola e Antonio Cassano sono tornati all’opera dopo la separazione con Bobo Vieri: la conversazione verte sul Milan e sul lavoro di Stefano Pioli. I tre ex giocatori dell’Inter hanno dato il via alla prima puntata del format La Fiera del Futbol e su Youtube in particolare Adani si è interrogato sull’odio ricevuto da Pioli in questi mesi dai tifosi del Milan.

Adani sta con Pioli e cita Gasperini

Lele Adani non ci sta e difende il lavoro di Pioli al Milan definendolo un allenatore bravissimo:Ma voi vi siete dati una spiegazione del perché i tifosi milanisti, quasi all’unanimità e secondo me arriviamo all’80%, sicuramente animati dall’umoralità, ritengono Pioli un incapace? L’odio rientra nell’ira. Sicuramente è nato dall’istinto, dalla sopportazione, dalla fine del ciclo, quel che volete. Ma è troppo estrema questa presa di posizione nei confronti di quello che è un allenatore bravissimo“.

Dopo l’intervento duro di Cassano, Adani fa suo un ragionamento dell’ormai partente allenatore dell’Atalanta: È come diceva Gasperini sulla storia del non titolo. Ha vinto? Sì, ma è dimenticato. E non sta facendo male”.

Ultime news

Notizie correlate