Pellegatti sulla sosta nazionali e i rinnovi: “Vietato abbassare la guardia”

Pellegatti

Sosta nazionali – Carlo Pellegatti, nella trasmissione di Radio Rossonera PelleRossonera, ha affrontato i temi di questi giorni di pausa in vista dell’ultimo tratto di strada del 2021.

Proprietà straniere in cerca di società di calcio, mercato e situazione infortuni al centro della chiacchierata con Carlo Pellegatti che ha risposto alle domande dei tifosi.

La notizia del giorno è la dichiarazione di Amanda Staveley, amministratore delegato del Newcastel, club inglese recentemente acquistato dal fondo PIF che riferisce di un dialogo avviato con Inter e Milan bloccato sul nascere dalla struttura del campionato ritenuta disastrosa. dal fondo PIF. “La notizia è pesante, ma non mi sorprende tantissimo” dice Pellegatti “noi ci teniamo stretto Elliott che sta facendo un ottimo lavoro con il nostro Milan”.

Dalle dichiarazioni della Staveley alla dichiarazione d’amore al Milan di Simon Kjaer nel corso di una inyervista rilasciata dal ritiro della nazionale danese. “Simon usa sempre parole gentili nei confronti del Milan; sentire parlare così il capitano di una nazionale importante come la Danimarca fanno un sacco di piacere perché in generale credo che quasi tutti i giocatori che sono venuti a Milano hanno pensato e pensano le stesse cose”.

Situazione infortunati. Messias è ormai pronto al rientro. “Sarà il miglior acquisto del mercato di gennaio. In questo senso ci attendiamo tanto. Non lo conosciamo molto a questi livelli. Mi dicono che in allenamento sta facendo molto bene. Le assenze della Fiorentina? Una delle qualità del Milan di Pioli è quella di non sottovalutare le trappole, come è accaduto con Torino e Verona. Inutile negare che le assenze pesanti nella Fiorentina rappresentano un fortuna per noi, come lo sono state per le squadre che affrontavano il Milan nelle scorse settimane. Ovviamente il Milan deve approfittare di questa fortuna giocando in maniera aggressiva e determinata. Deve giocare alla sua maniera.

Come ogni settimana fari puntati sul rinnovo di Frank Kessié: “Io me le godo sperando che migliori ancora ed arrivi al top della condizione” continua Pellegatti  “Quando non gioca ne sentiamo la mancanza. Qualcuno vorrebbe lasciarlo in tribuna. Io non darei mai agli avversari il vantaggio di lasciarlo in tribuna o in panchina. Anche perchè sono sicuro che se Pioli vedrà un calo di rendimento farà altre scelte”.

Nel corso della puntata di PelleRossonera è stato proposto un breve stralcio dell’intervista di Carlo Pellegatti all’ex Milan, Cosmin Contra. Ci sono dei giocatori che pur rimanendo un anno al Milan sono sempre rimasti nel cuore dei tifosi. Inzaghi? “Non c’era bisogno di guardare dove era” dice Contra “bastava buttare il pallone in area e ci pensava lui. Tatatusanu? Sapevo che al momento giusto avrebbe risposto bene. E’ un grande portiere, esperto di rigori. E’ alto e veloce davvero un ottimo portiere”.

La formazione di Firenze? “Credo che Pioli utilizzerà chi non ha giocato in nazionale o è stato poco utilizzaro. Per cui oltre a Tatarusanu ci saranno Calabria, Romagnoli (se recupera dal problema muscolare), Tomori e Theo. A centrocampo Bennacer – Tonali, in avanti Saelemaekers, Diaz, Rebic e Giroud”.

Tema mercato: “Kamara? Ad oggi non fa impazzire i dirigenti e non solo per una questione economica. Julian Alvarez e Alberto? Sono seguiti dal Milan, ma al momento non ci sono stati contatti. Noi dobbiamo augurarci di non andare sul mercato di gennaio perché vuol dire che i giocatori stanno tutti bene. In sostanza il Milan deve pensare solo ad essere se stesso”.

Guarda QUI  la puntata di Pelle Rossonera

Leggi QUI  come sono andati i rossoneri con le proprie nazionali

photocredits acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *