Pellegatti a RadioRossonera: “Prenderei Sanches già in questa stagione. Peccato per Rebic”

Pellegatti Fiorentina-Milan

Carlo Pellegatti ha parlato ai microfoni di Radio Rossonera alla vigilia di Fiorentina-Milan, anticipo di sabato 20 novembre ore 20.45.

La notizia del giorno è senza dubbio l’infortunio rimediato da Ante Rebic che lo terrà fuori dalla sfida del “Franchi”.

“Siamo partiti con Calabria e Rebic recuperati prima della sosta e riprendiamo senza Calabria, che mancherà qualche settimana, e Rebic che sarebbe stato titolare a Firenze. Davvero una bruttissima notizia” dice Pellegatti.

Avrei preferito giocare contro una Fiorentina al completo, ma con Rebic in campo. È un attaccante che dà equilibrio perché è completo sa dettare il passaggio ai suoi compagni. Una tegola che non ci voleva. Perché in queste partite che ci aspettano fino a Natale sarebbe stato fondamentale. È una bruttissima perdita per il Milan. Al contrario mercoledì l’Atletico Madrid recupererà Antoine Griezmann a cui l’Uefa ha ridotto la squalifica.

I tifosi rossoneri continuano a puntare l’attenzione sul rinnovo di Franck Kessiè, ma la linea di Pellegatti non cambia. “Gustiamocelo finché rimarrà al Milan. I giudizi sono influenzati dal fatto che non sta rinnovando. Senza dubbio è un po’ meno devastante dell’anno scorso. Ma non mi sembra che stia giocando partite insufficienti.

Il sostituto di Kessiè? Accarezzavo una suggestione. Dato che il Lille vuole cedere a gennaio Renato Sanchez se il Milan trovasse una squadra che ha bisogno di Kessiè a gennaio come Tottenham o Newcastle io prenderei Sanches già in questa stagione. Quando devo prendere un giocatore di qualità non ho dubbi. Sanchez lo avevo già seguito con il Bayern anche se non era andato benissimo. L’anno scorso al Lille è stato devastante. Mi hanno detto che è molto forte in quel ruolo anche Fofana del Lens. Certo abbiamo preso Yacine Adli non ha le stesse caratteristiche di Kessiè.

Questione rinnovi
“La situazione di Romagnoli mi dicono che sarà risolta intorno a marzo/aprile. Mentre Leao, Theo e Benacer è questione di settimane e Pioli è questione di giorni.

Per quanto riguarda Romagnoli, non essendoci in giro tanti centrali giovani, potrebbe anche trovare qualche squadra che gli dà i soldi che vuole. Anche se mi auguro che continui a vestire la maglia del Milan.

Novità nello staff atletico/sanitario? Non mi risulta. Messias sulla sinistra? Mi sembra abbia giocato più a destra ed è il ruolo a lui più congeniale.

Gli attaccanti per il prossimo anno? Se sta bene Ibra resterà al Milan. Pellegri? Deve dimostrare di essere più bravo di Colombo. Giroud ci sarà anche il prossimo anno. Intanto se Romagnoli rimane ti togli un problema e risparmi perchè dovrai acquistare un altro difensore. Poi bisogna mantenere gli equilibri. Ibra non può essere una riserva. Credo che la scelta della punta sarà fatta ad aprile maggio. Interessamento per Alvarez del River Plate? Lo stanno seguendo, ma per il momento non c’è nulla.

Il recupero di Mike Maignan? Sta correndo tanto, ma immagino che il recupero sia ancora lungo e prenderei le giuste precauzioni. Perché il polso per portiere è fondamentale.

Ma ora testa a Firenze per poi tuffarci nella bolgia del Wanda metropolitano di Madrid.

Guarda QUI  la puntata di Pelle Rossonera

Leggi QUI Fiorentina-Milan, le parole di Pioli in conferenza stampa

photocredits acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.