Pellegatti a Radio Rossonera: “Maldini per Diaz. Sul rinnovo di Romagnoli non sono fiducioso”

Pellegatti Romagnoli

Carlo Pellegatti, nella trasmissione di Radio Rossonera PelleRossonera, ha affrontato i temi caldi della terribile settimana del Milan letteralmente falciato dagli infortuni.

Queste le sue parole:

“In questa settimana ne abbiamo perso uno al giorno – ha detto sconsolato Carlo – Prima Maignan che è stato anche operato, poi Theo Hernandez con il Covid e, per ultimo, Brahim Diaz.

In poche ore perdiamo tre titolari. Uno secondo me insostituibile come Maignan. Una mazzata che potrà essere assorbita con la voglia e la determinazione, ma sul piano tecnico e di esperienza la differenza è netta.

Credo che il Milan titolare se la giochi bene anche in Champions League e questo è davvero insopportabile. Ad oggi il Milan ha 11 giocatori in infermeria. Avessimo la squadra di qualche anno fa forse peserebbe meno, ma con la qualità che hai oggi non va proprio bene.

Il Milan ha dimostrato di essere una squadra di grandissimo livello, ma giocare senza tutti questi giocatori davvero mi dispiace. I sostituti non sono da buttare, ma hanno poca esperienza. Anche l’Atalanta ha infortunati, mentre le rivali storiche per lo scudetto come l’Inter riescono ad essere competitive ma non hanno tutti questi infortuni. Speriamo solo che fino alla sfida con il Verona non accada altro.

Formazione anti-Verona? Un rebus. In difesa dovrebbe giocare la coppia Romagnoli – Tomori. Gli  esterni credo Kalulu a destra e Calabria a sinistra. A centrocampo sicuramente Kessiè, squalificato in Champions, insieme a Tonali. In avanti è tutta da vedere e dipende dalle condizioni degli attaccanti. Sicuramente al posto di Diaz ci sarà Daniel Maldini.

Perché tutti questi infortuni? Purtroppo sono situazioni imprevedibili. L’anno scorso anche il Liverpool ha avuto una ecatombe. Anche l’Atalanta ha sei titolari in meno.

La situazione infortunati fa passare in secondo piano il tema caldo dei rinnovi. Romagnoli? L’ambiente Milan non mi sembra così fiducioso sul rinnovo, credo che le possibilità non siano tantissime. Trovare un sostituto di Alessio non è facile. Kessie? Secondo me non vuole firmare. Discorso chiuso. Spero ci aiuti in questa stagione, ma io sono rassegnato a perderlo.

Lucca? Sicuramente non arriva a gennaio. Poi bisognerà vedere come è andata Pellegri. Certo se vedessimo Pellegri vuol dire che vedremmo poco Ibra e Giroud anche se mi dicono che Pelegri si sta allenando molto bene.

Il futuro del fondo Elliott? Fino alla costruzione dello stadio sarà a Milano; ha tifosi veri tra i dirigenti e credo stia lavorando bene. L’unica offerta importante avuta in estate è stata per Leao ed il Milan ha rifiutato tenendosi un giocatore sul quale ha deciso di puntare.

Giocatori decisivi contro il Verona? Punto su Tomori e Romagnoli a difesa del portiere esordiente Tatarusanu. Maignan è stato molto bravo, ma è stato anche aiutato dalla difesa. Non ha subito tantissimi tiri a dimostrazione che la difesa ha funzionato. Certo a me mancherà più Maignan che Theo.

Lazio-Inter e Juve-Roma? Sono concentrato sul Milan, poi se l’Inter si ferma o Juve e Roma pareggiano bene, ma senza i tre punti del Milan i risultati delle altre non servono.

Il Verona? Una squadra che Pioli non ha mai battuto a Milano. A formazione completa sarei stato molto sereno. Domani sarà un Milan con mille incognite. Con la vittoria rimandi ogni problema.

Krunic trequartista? Può darsi con il Porto. Intanto è convocabile già con il Verona, mentre Bakayoko con il Bologna. Ibra e Giroud bisogna solo capire quando giocheranno dal primo minuto. Dipende da come li vedrà in allenamento Pioli.

Cambio modulo? Non credo. Pioli quando ha fatto dei cambiamenti epocali non mi sembra che abbia raggiunto grandi risultati. Meglio confermare lo stesso modulo.

Penalizzazione all’Inter richiesta dal presidente della Fiorentina? Scudetto vinto meritatamente sul campo, per il resto i dubbi rimangono sulla gestione economica. Tutti abbiamo delle perplessità però se nessuno è intervenuto restano solo discorsi da bar. Certo che ci devono essere delle regole prima.

Tabella Champions? Pareggio a Porto, vittoria in casa con Porto e Liverpool. Poi facciamo uno spareggio a Madrid. Ma ora testa e cuore alla sfida contro il Verona”.

Guarda QUI  la puntata di Pelle Rossonera

Leggi QUI  il Dott. Marano sull’infortunio a Mike Maignan

photocredits acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *