Pellegatti: “Pioli potrebbe cambiare modulo per togliere riferimenti agli avversari”

Pellegatti

Pellegatti
Carlo Pellegatti,
nella trasmissione di Radio Rossonera PelleRossonera, ha parlato della sfida al vertice in programma a San Siro domenica sera.

Domenica a San Siro arriva il Napoli in una sfida che delicatissima per non perdere contato con l’Inter.

“Non mi aspetto una partita bloccata” – spiega Carlo Pellegatti ” – perché l’attacco del Napoli è ricco di di classe come anche quello del Milan che oltre ad Ibrahimovic schiererà sicuramente Messias. C’è solo un dubbio con Saelemaekers abbastanza certo a sinistra. Sono convinto che Pioli cambierà modulo. Il fatto di mettere Krunic trequartista inevitabilmente porterà a qualche altra sorpresa. Un modulo molto camaleontico e questo potrebbe dare imprevedibilità senza punti di riferimento agli avversari.

Esterno basso di destra? Sarà sicuramente Florenzi, giocatore affidabile, campione d’Europa, titolare della nazionale. In questo momento ci servono più capitani. Al Milan ritengono che sia più completo di Kalulu che viene ritenuto più adatto al ruolo di centrale. Domenica scorsa ha tanti ottimi palloni in area non sfruttati dagli attaccanti. D’altra parte è un ruolo decisivo visto che le fasce sono i punti di forza del Napoli.

L’infortunio di Kjaer è stato molto pesante per il gioco del Milan, i fifosi vorrebbero subito un top player, ma ci vuole prudenza. Finora la proprietà ha costruito una squadra che ci ha fatto dimenticare come eravamo messi fino al 2019. Ora siamo passati ad arrabbiarci perché da primi siamo passati secondi. La proprietà ci ha consentito, prendendo tanti ottimi giocatori, di lottare per il primo posto. Fino a due anni fa avevamo la Juventus con più di 20 punti di vantaggio. Ora siamo avanti di 11. Proprietà da criticare? Ma come si fa a non essere soddisfatti del lavoro di questa dirigenza?. A settembre sapevamo già che la posizione Champions è più vicina dell’anno scorso. Ora siamo autorevoli. Il pareggio di Udine sembra una cosa nefasta, fino a qualche anno fa sarebbe stato un ottimo punto. Non so se ha voglia di vincere, ma ha avuto voglia di entrare nelle prime quattro ed ora vuole essere tra le big.

Mercato? Ho visto Chelsea – Everton. Ho visto un fantastico Thiago Silva. Ci servirebbe un giocatore con quei piedi. Ci servirebbe un vice-Kjaer più che un vice-Tomori, uno con i piedi da lancio. Botman del Lille? Fino a qualche settimana fa il Milan ha detto che 30 milioni erano troppi. Tra l’altro il Lille ha ancora la Champions, mi sembra un po’ complicato.

Le critiche? Ci sono state in settimana tante valutazioni negative sull’allenatore. Mi tengo stretto Pioli, perché è riuscito a superare tanti ostacoli, infortuni mantenendo sempre la squadra competitiva. Spalletti ha perso giocatori importanti ed ha subito perso due partite. Poi ha un altro pregio. Con lui i giocatori crescono e migliorano. Difficile trovare qualcuno che con lui non è cresciuto. Nessuno ha mai discusso quando il Milan era a due punti dal Napoli. Ora che in testa c’è l’Inter è una catastrofe.

Avessimo avuto tutti la rosa avremmo giocato come Roma o Bergamo. Occorre prestare massima attenzione. Il Milan può battere tutti quando è al completo. A Udine siamo andati a fare la partita poi quegli errori continuano a pesare come macigni.

Il Napoli è una delle grandi del campionato. Ha perso qualche punto vediamo come reagirà. L’anno scorso Messias in Napoli – Crotone 4-3 fece un gol e un assist. Chissà che non sia ispirato da Napoli.

Mercato subito? Il rischio è quello di lasciarsi scappare qualche occasione che potrebbe arrivare dopo metà gennaio. Vedremo cosa deciderà il Milan.

È ovvio che quando Diaz è in grande condizione sono gli avversari a preoccuparsi. Quando, invece, è in difficoltà ne soffre tutto il centrocampo. Kessiè ci ha abituati che negli appuntamenti importanti difficilmente fallisce. Intanto partirà titolare contro il Napoli. Ogni tanto si sente di qualche apertura di Romagnoli. Sarebbe importante il suo rinnovo perché avresti un pensiero in meno.

Che partita mi aspetto da Theo Hernandez? Spero che abbia recuperato dal raffredore. Per lui non è stata una grande stagione finora, ma aspettiamo il rientro di Rebic e ne riparliamo.

Guarda QUI  la puntata di Pelle Rossonera

Leggi QUI Verso Milan-Napoli: l’illusione del Ka-Pa-Ro

Pellegatti

photocredits acmilan.com

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Tutti convocati

Radio rossonera live

torna al live

La radio 24/7 dedicata al Milan