ESCLUSIVA, Pellegatti: “Pioli presuntuoso? Il problema è un altro”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Intervenuto in esclusiva per Radio Rossonera, Carlo Pellegatti ha parlato della gestione di Pioli nelle ultime partite disputate dal Milan

Grosse critiche sono state sollevate negli ultimi giorni nei confronti di Stefano Pioli e al modo in cui ha preparato alcune sfide poi perse dal Milan in questo avvio di stagione. Secondo diversi addetti ai lavori e commenti sui social, un atteggiamento più cauto e meno presuntuoso da parte del tecnico emiliano avrebbe forse portato dei vantaggi alla squadra dal punto di vista dei risultati. Intervenuto in esclusiva per Radio Rossonera, Carlo Pellegatti ha parlato in merito alle polemiche verso Pioli.

ESCLUSIVA, ORDINE: “MILAN TRA CORTOCIRCUITI, PANICO E ANALISI DA CLOWN”

Pioli presuntuoso? Il parere di Pellegatti

“Questo Milan definito da molti tracotante e figlio di un allenatore presuntuoso, non ha giocato solo con le squadre della fascia destra della classifica ma anche contro Borussia Dortmund, Roma, Lazio. E lì era sempre il solito presuntuoso Pioli che giocava con l’1vs1. Vorrei riflettere sul fatto che forse l’errore di Pioli è che in quella maniera può giocare quando la squadra è fresca, tutti i giocatori stanno bene e hai delle alternative in panchina. In questo momento sfido qualsiasi allenatore ad avere solamente Giroud là davanti, 38 anni e meno male che c’è perchè l’ho visto fare un recupero al 94′, a non avere nessuna alternativa a Pulisic, Leao e al centrocampo, dove manca il giocatore più importante di questo inizio di stagione: Loftus-Cheek”.

ESCLUSIVA, PELLEGATTI: “ADESSO E’ TARDI, AL MILAN SERVE IBRAHIMOVIC”

La peggior partita degli ultimi 50 anni di Milan

“L’unica volta in cui Pioli si è proprio adattato all’avversario e ha schierato un Milan molto arretrato è la peggior partita degli ultimi 50 anni di storia del Milan, ovvero il Derby perso 1-0 a gennaio. Se devo trovare degli opposti, preferisco un Milan che tenti di giocare e poi perda piuttosto che perda giocando come in quella partita, che ha proprio tradito la filosofia del Milan. Chiaro che adesso sarà importante vedere come Pioli si adatterà, perchè i giocatori hanno una partita in più e quindi sul piano fisico e numerico sono sempre gli stessi a scendere i campo.

Adesso vediamo sul discorso dell’1vs1 se cambierà qualcosa, però ripeto: solo 1vs1 e un Milan ‘presuntuoso’ e tracotante lo era stato anche contro Roma, Lazio e Dortmund. Forse dipende appunto dalla condizione dei giocatori e magari Pioli, quando si accorge che essi non sono al massimo delle loro condizioni proprio a causa degli impegni, potrebbe diventare un pochino più cauto”.

La questione infortuni

“E’ un problema ricorrente in questo periodo, non so se siamo nella media con le altre squadre ma a me non interessa. Mi sembra strano che non abbiano capito il motivo e che si continui comunque a fare un certo tipo di preparazione: è un suicidio! Se io continuo a cadere da 2 scalini e mi faccio male alla caviglia, magari tento di cadere da uno per non farmi più male”.

(ESCLUSIVA) PELLEGATTI: “LEAO, GUARDA MBAPPE’ E IMPARA QUESTO!”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Pellegatti Ibrahimovic Milan

Ultime news

Notizie correlate