Pedullà: “Milan, cinquina e tombola! I motivi dietro a Chukwueze”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Sportiello, Romero, Loftus-Cheek, Pulisic, Reijnders, Okafor e ora anche Chukwueze: Alfredo Pedullà ha raccontato l’estate finora “indimenticabile” del calciomercato del Milan

In un editoriale sul portale web dell’emittente Sportitalia, il giornalista Alfredo Pedullà ha raccontato cronologicamente l’estate del calciomercato del Milan, dal licenziamento di Maldini e Massara all’arrivo di 7 rinforzi con Samuel Chukwueze, passando per la cessione di Sandro Tonali.

“I nostalgici hanno già dimenticato”

Da un giugno definito dai più “un mese nero” agli acquisti di luglio: Alfredo Pedullà racconta l’evoluzione del calciomercato del Milan, pronto ad accogliere anche Samuel Chukwueze.

“I nostalgici di Paolo Maldini hanno già dimenticato. E idealmente dovrebbero stringere la mano a Furlani-Moncada, il tandem che ha acceso i sogni rossoneri in un’estate fin qui indimenticabile. Nulla contro Paolo, ci mancherebbe, anzi riconoscenza perché il suo lavoro ha consentito al Milan di tornare in cima al gruppo, portando a casa uno scudetto che mancava da una vita. Ma sembrava quasi che senza Maldini il Milan dovesse sparire dalla mappa del calcio, un tizio al microfono celebrava quasi “funerali” nelle ore del raduno, un modo inappropriato di prepararsi a quanto sarebbe accaduto. Furlani e Moncada hanno acceso il motore, non hanno badato a spese, hanno subito investito quanto avevano incassato dalla cessione di Tonali al Newcastle e si sono divertiti. Si erano presentati con Loftus-Cheek, non una scelta banale, avevano aggiunto Pulisic, hanno fatto tris con Rejinders, per il poker largo a Okafor. Cinquina e tombola dovrebbero essere Chukwueze e Musah, di sicuro non sarebbero gli ultimi acquisti perché quando il motore è acceso bisogna andare al massimo sia in curva che sul rettilineo”.

“Il cambio di rotta sull’attaccante è stato fatto innestando un’altra marcia altissima sull’autostrada: il Milan voleva andare sull’esterno del Villarreal, extracomunitario come Loftus-Cheek, e quindi ha mollato subito Taremi che era stato trattato. Ma l’arrivo dell’attaccante avrebbe chiuso le porte a Chukwueze per una questione di slot: siccome Chukwueze era una priorità, avanti con Okafor che ha il passaporto comunitario. Chukwueze ha una spiegazione: il Milan pensa di poter essere in pole per ogni Moto GP della Serie A, Chukwueze a destra e Leao a sinistra significa avere il vento fortissimo a favore. La scorsa stagione si diceva, giustamente, che il Milan puntava troppo sulla corsia mancina (Theo più Leao) e che andava rafforzata la fascia opposta con tutto il rispetto per il tandem Messias-Saelemaekers. Affare fatto. Non sappiamo di quanto tempo avrà bisogno Pioli per trovare la chimica giusta, la famosa amalgama che non si compra al supermercato. Intanto, Furlani e Moncada gli hanno consegnato stoffa di altissima qualità, ora tocca al “sarto” Stefano”.

ARTICOLI CORRELATI
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

pedullà calciomercato milan chukwueze

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate