Milan, Fonseca e l’identikit del 9: “Qualità, ultimi 30 metri e…la squadra”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

Le parole di Paulo Fonseca in conferenza sulle caratteristiche del prossimo attaccante del Milan

Le domande più frequenti nel corso della conferenza di presentazione di Paulo FonsecaCasa Milan sono state quelle sull’attaccante. Il tecnico portoghese ha ammesso che la priorità p un attaccante con delle caratteristiche ben precise, soprattutto capace di giocare senza spazio negli ultimi 30 metri. Le parole di Fonseca sul prossimo “numero 9” del Milan.

L’esigenza di un nuovo attaccante

Le caratteristiche che il prossimo attaccante del Milan dovrà avere, Fonseca le ha svelate nella conferenza di presentazione come nuovo allenatore rossonero: “Ci serve un attaccante, lo sappiamo bene. Stiamo cercando di portare l’attaccante giusto, con le caratteristiche giuste. Se vogliamo giocare negli ultimi 30 metri dobbiamo avere un attaccante forte lì. Noi sappiamo il giocatore che vogliamo, e lo aspettiamo qui a breve”. Il portoghese sulle tempistiche ha aggiunto: “La fretta è nemica della perfezioni. Sappiamo quello che vogliamo, e al momento giusto avremo il giocatore giusto”.

Le qualità del 9 che Fonseca vuole al Milan

Rispondendo a una domanda sull’ipotesi Morata, Fonseca ha dato qualche indizio per il prossimo 9 del diavolo fissando alcune parole chiave come qualità e capacità di giocare per la squadra: “Non voglio fare nomi. Noi sappiamo chiaramente chi è il giocatore che vogliamo. Vogliamo grande qualità per questa posizione. Abbiamo perso Giroud, cambieremo per migliorare. In questa posizione serve uno che giochi tanto per la squadra: sappiamo le caratteristiche e che giocatore vogliamo. Spero e sono convinto che arrivi presto”. Sul mancato arrivo di Zirkzee il portoghese ha tagliato corto: “Non mi piace parlare di un giocatore che non abbiamo chiuso, ma ripeto che per noi è chiaro il giocatore che vogliamo e le caratteristiche che ha”.

Gli esempi di David e Dzeko: il tecnico svia

Fonseca, infine sul tema centravanti, ha risposto a una domanda di un giornalista che gli chiedeva se le caratteristiche dell’attaccante ricercato fossero più simili a David o a Dzeko (due punte che allenato): “Così provate a capire l’attaccante che vogliamo… Dipende da tante cose, dai giocatori e dagli schemi tattici. A Lille ho giocato senza attaccanti, dipende dalle caratteristiche che ho a disposizione. Vogliamo giocare negli ultimi 30 metri, l’attaccante che vogliamo è un giocatore che deve giocare senza spazio negli ultimi 30 metri”.

Ultime news

Notizie correlate