Pastore: “Milan, per Zirkzee posizione chiara”. Poi va su Kia

I più letti

La trattativa tra il Milan e Joshua Zirkzee ha subito una brusca frenata: Giuseppe Pastore sul peso specifico di Kia Joorabchian nell’affare

La volontà del Milan è ormai chiara già da un po’: Joshua Zirkzee è l’obiettivo numero uno per l’attacco. La trattativa sembrava ben avviata, ma negli ultimi giorni si è arenata a causa delle eccessive richieste sulle commissioni da parte dell’agente Kia Joorabchian. Il Milan per sbloccare la trattativa ha pensato anche di replicare l’operazione familiare “Donnarumma”, avviando i contatti con il fratello di Zirkzee, Jordan, diciottenne del Bayer Leverkusen prossimo alla scadenza del contratto. Nonostante quest’ultima indiscrezione la trattativa è ancora lontana dalla conclusione, sull’argomento è intervenuto il giornalista Giuseppe Pastore.

I dubbi su Kia e il paragone con il Celta Vigo

Il giornalista è intervenuto a Euro Cronache, il podcast di Cronache di Spogliatoio. Qui conferma che il Milan sia molto sicuro della volontà di Zirkzee, ma non trascura l’interesse recente del Manchester United. Ribadisce la posizione forte e le convinzioni dei rossoneri, poi ragiona come il Milan: “Abbiamo l’accordo con la famiglia, con il giocatore sull’ingaggio, fine. Facciamo passare un po’ di tempo, ma siamo tranquilli perché poi Kia si convincerà o il calciatore, dopo l’Europeo, si convincerà”. Continua esprimendosi sul peso specifico dell’agente, chiudendo con un paragone: “Non so quanto sia potente Kia, sicuramente lo sarà, ma la situazione secondo me non è così complicata. Il modo è pieno di procuratori che non sono del tutto d’accordo con i loro calciatori, ma non è che stiamo parlando dello United e del Celta Vigo, con tutto il rispetto”.

Ultime news

Notizie correlate