Milan, perché due partite in 72 ore? C’è (finalmente) una risposta

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Il Milan è atteso da due partite in trasferta prima della sosta: perché? Il quesito ha trovato risposta

In tanti se lo chiedevano, altri hanno cominciato a fare i conti: come mai il Milan è atteso da due partite in trasferta nel giro di tre giorni? Come sappiamo, da qualche anno i calciatori dei top campionati sono spremuti a livello fisico e mentale dai tanti impegni tra le diverse competizioni. Basta pensare che giocatori come Rade Krunic, Olivier Giroud o Rafa Leao solo in questa stagione (al 26 settembre) contano già dalle 7 alle 9 presenze stagionali. Un numero non basso considerando che il 2023/2024 è ufficialmente cominciato il 21 agosto.

GIRONI DI CHAMPIONS LEAGUE, QUANDO GIOCA IL MILAN? IL CALENDARIO INTRECCIATO CON LA SERIE A

La problematica

Superata la settimana che vedeva la squadra di Stefano Pioli impegnata con Inter, Newcastle ed Hellas Verona, al Milan si prevede un altro mini ciclo di partite intenso. Infatti, dopo la gara di domani (ore 18.30) a Cagliari sarà atteso dalla Lazio a San Siro. La polemica, però, in questi giorni si è sollevata sulla prossima 7-giorni. Nonostante si tratti dell’ultima gara prima della seconda sosta per le nazionali, la Lega Serie A ha scelto di calendarizzare Genoa-Milan ugualmente al sabato sera (20.45), poco dopo che i rossoneri avranno fatto ritorno da Dortmund. Il 4 ottobre l’appuntamento è con il Borussia al Signal Iduna Park per un’altra delicata sfida di Champions League, e allora come mai due trasferte nel giro di – precisamente – 71 ore e 45 minuti?

CAGLIARI-MILAN, PROBABILE FORMAZIONE: ADLI, LEAO E I DUBBI DI PIOLI 

La motivazione

La risposta la dà Sportface ed è legata, come facilmente immaginabile, ai diritti tv. Come scrive la testata, il match di Marassi è stato scelto da Sky e, quindi, oltre che su DAZN, deve andare in onda anche sui canali di Sky Sport. Ciò, però, comporta precise restrizioni. In particolare:

Nel bando tv ad ogni slot orario corrisponde la trasmissione dell’incontro su una piattaforma piuttosto che un’altra. Sky, trasmettendo tre gare, ha tre slot dedicati. Nel caso dell’ottava giornata in questione sono i seguenti: venerdì sera ore 20:45, sabato sera ore 20:45 e domenica ore 12.30. Escludendo il venerdì sera dove chiaramente Genoa-Milan non si sarebbe potuta giocare, rimangono a disposizione sabato sera e domenica alle 12.30. E qui entra in gioco la scelta che, per questioni logistiche legati agli ascolti e alla valorizzazione del prodotto, si preferisce mettere in prima serata la miglior scelta del week-end Sky (le altre due sono Monza-Salernitana e Lecce-Sassuolo).

Un’ulteriore domanda, dunque, nasce spontanea: cosa dice il regolamento? Perché il Milan può giocare due partite in trasferta nel giro di 72 ore? Ufficialmente, un match può essere programmato in qualsiasi orario e in qualsiasi data, a condizione che tra uno e l’altro ci siano due giorni pieni di riposo. In questo caso specifico, allora, parliamo di giovedì e venerdì. Addirittura, per regolamento i rossoneri potrebbero giocare in qualsiasi orario. Sempre per assurdo, anche alle 15.

GAZZETTA– 5ª DI A, PIOLI È DA 5 MA… NON PER IL MILAN! IL MOTIVO

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

partite milan

Ultime news

Notizie correlate