Così parlava Conceicao dopo il Milan: “Questo è il mio calcio”

I più letti

L’intervista a Sergio Conceicao dopo il pareggio del suo Porto contro il Milan in Champions League: pressione, verticalizzazioni e difesa alta

Le voci che vogliono Sergio Conceicao al Milan già dalla prossima stagione si fanno sempre più insistenti. A pochi minuti dalla conferenza di Pioli prima di Milan-Genoa, il ricordo di qualche anno fa quando il portoghese spiegava il suo credo calcistico nel corso di un’intervista post partita. Novembre, gironi di Champions League 2021/2022 e il Porto di Conceicao ha strappato un pareggio per 1-1 al Milan a San Siro: entrambe non passeranno poi il turno. Avanzano Atletico Madrid e soprattutto il Liverpool a punteggio pieno che arriverà fino alla finale poi persa contro il Real Madrid. Il Porto è stato comunque una delle rivelazioni di quell’anno anche grazie al suo gioco propositivo. Il tecnico descriveva così la propria idea di calcio.

Pressione , possesso palla, verticalizzazioni e linea alta

Il modo di vedere il calcio e la passione dell’allenatore nelle sue parole: “Grande pressione sull’avversario. quando abbiamo palla siamo una squadra molto incisiva e verticale. Abbiamo anche la qualità per fare possesso palla ma sempre finalizzato alle verticalizzazioni. Con la linea difensiva alta abbiamo più spazio da coprire e non è facile, ma c’è un grande lavoro individuale in tutti settori del campo”. Una filosofia che si sposerebbe bene con quella del Milan, un legame con l’Italia mai del tutto abbandonato. Si attende la decisione definitiva della società.

Ultime news

Notizie correlate