Condò: “Milan, sul calciomercato non dimenticare che sei quinto!”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

In un lungo editoriale di analisi nell’edizione di oggi de “La Repubblica“, il giornalista Paolo Condò ha parlato della differenza di rendimento delle big del calcio italiano negli scontri diretti: è arrivato anche un commento sul prossimo calciomercato del Milan.

“La gara di ieri fra Juventus e Milan ha concluso il mini-torneo degli scontri diretti fra le prime sette della classifica, un indicatore prezioso del valore tecnico e tattico di una squadra. Succede spesso che una formazione meno dotata supplisca con la concentrazione, e facendo il pieno contro le rivali della parte destra della classifica — quelle chiaramente inferiori — arrivi più in alto rispetto alla sua qualità netta. Ma se perdi i duelli con le pari grado lo scudetto non lo vinci, e infatti anche questo torneo è andato al Napoli: con nove vittorie e tre sconfitte, la squadra di Spalletti ha raccolto 27 punti, sei in più della Lazio che almeno una volta ha battuto tutte le avversarie della fascia nobile, il che spiega il secondo posto sul campo ritrovato ieri. E l’ammirevole lavoro di Sarri”.

ULTIME NOTIZIE MILAN – NAZIONALE, TONALI NON CONVOCATO: ANDRA’ CON L’U21? LE DATE DELL’EUROPEO

Su Juventus – Milan e sul calciomercato del Milan

“Vincendo a Torino il Milan ha raggiunto la Lazio in questa graduatoria. Qui, dunque, il distacco dal Napoli è limitato: diventa enorme quando si tratta di battere le squadre meno capaci, a riprova che la profondità dell’organico è stato il vero problema stagionale. Ieri Pioli ha raggiunto la sospirata qualificazione in Champions, con uno splendido gol di Giroud e una difesa del risultato mai affannosa; ma sul mercato non deve dimenticare che si tratta di un quinto posto, e che la coppa nobile arriva per la penalizzazione della Juve. Battendo ieri l’Atalanta, l’Inter è salita a quota 18 nel mini-torneo, ed è quarta. In coda ci sono appunto i bergamaschi con 11 punti e la Roma con 9: quando Mourinho denuncia i limiti del suo organico, può portare questa pezza d’appoggio”.

ULTIME NOTIZIE MILAN – AMBROSINI CONSIGLIA MALDINI: “PRENDI LUI… HO UN DEBOLE!”

Sulla Juventus

“Nel torneo delle più forti la Juve è soltanto quinta con 14 punti: 4 vittorie, 2 pareggi, 6 sconfitte. Lo “stillicidio” delle sentenze denunciato da Allegri ha certamente un peso anche qui, ma non spiega tutto. Quando affronta una squadra che gioca un calcio codificato con uomini di qualità, la Juve è impotente: lo si è visto col Benfica nel tremendo girone di Champions, lo si è visto col Siviglia soprattutto nella semifinale d’andata di Europa League, lo si era visto col Villarreal negli ottavi di Champions dell’anno scorso, lo si è notato a Napoli, a Roma contro la Lazio, più all’andata che ieri col Milan. È il problema che era costato ad Allegri la sua prima Juve, l’ineluttabilità del ko contro l’Ajax — che giocava un gran calcio, imprendibile dai bianconeri — e che il ritorno a Torino non ha risolto, anzi. La Juve quest’anno ha fatto bene contro la classifica di destra, e in coppa ha eliminato la 17ª della Ligue 1 (Nantes), la quinta della Bundesliga (Friburgo) e la quarta della Primeira Liga (Sporting). Ma appena l’asticella si alza, la squadra non si solleva. Mai”.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Condò Milan

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate