Pagliuca: “Milan, così non basta! L’Inter vola”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Non si scappa dalla forza e dalla determinazione dell’Inter, poche possibilità per il Milan: il pensiero e le previsioni di Pagliuca

L’Inter in questa prima parte di campionato ha dimostrato di essere la squadra da battere: secondo Gianluca Pagliuca le altre faranno fatica a starle dietro, Milan compreso. L’ex portiere è stato intercettato da Radio Anch’io Lo Sport.

PAGLIUCA ATTACCA: “MAIGNAN PROTETTO, DONNARUMMA DENIGRATO”

“I presupposti per la seconda stella ci sono, ma la Juve senza le coppe è molto pericolosa e il Milan senza la Champions avrà voglia di rivalsa. Non diamo per morto nemmeno il NapoliOvviamente l’Inter è la più forte e completa, ma con quattro punti bastano due pareggi e le altre ti riprendono. La mia speranza è che vincano, ma non è ancora detta”. Gianluca Paglica, intercettato da Radio Anch’io Lo Sport nel giorno del suo compleanno, analizza così la corsa scudetto e parla anche di tanti altri temi.

La stagione di Sommer.
“Non mi aspettavo Sommer così, è stata una piacevole sorpresa, anche se tra nazionale e Bayern Monaco avevo visto che era un buonissimo portiere. Non credevo però si inserisse così velocemente nel nostro campionato. Oggi vedo anche tanti portieri italiani bravi, non c’è solo Donnarumma. La cosa mi fa molto piacere, vedi Vicario al Tottenham ma anche Meret o Provedel. Forse è un fatto di generazione”.

Analogie con l’Inter del ’98.
“Avevamo una grandissima squadra, ma avevamo contro anche una grandissima Juventus che arrivò in finale di Champions perdendo col Real Madrid. Quest’anno ci sono rivali forti, ma l’Inter è la più completa”.

Il grande campionato di Bologna.
“Strepitoso. Ieri hanno dominato dall’inizio alla fine, stanno facendo un campionato straordinario. Un gruppo fantastico e un allenatore che sta facendo la differenza. Da bolognese mi dà molto orgoglio, non so se terranno fino alla fine. Motta è molto giovane per cui spero possa rimanere ancora per qualche anno, per quanto sicuramente le ‘grandi’ lo vorranno”.

I calendari pieni.
“Anch’io cercherei di scremare un po’. L’Intercontinentale è bellissima ma ci sono troppe partite a livello di nazionali. La Nations League cercherei di eliminarla, sono partite che contano il giusto. A livello di club è difficile togliere le coppe europee o il Mondiale per club che faranno ora ogni quattro anni, che mi piace molto”.

Il Milan.
“Una squadra profonda e con qualità. Difficilmente recupererà in campionato ma farà ottimi risultati. Non so se basteranno perché l’Inter vola e la Juve non mollerà, non avendo impegni europei”.

Lautaro Martinez.
“Un giocatore fantastico, maturo. Dopo il Mondiale ha preso autorevolezza. E’ molto migliorato, più continuo. Negli anni scorsi segnava più contro le squadre deboli, oggi ha una continuità incredibile. Aver vinto quel Mondiale gli ha dato autostima”.

“12 ACQUISTI E ANCORA MERCATO? MILAN, NON CI SIAMO!”: LA CRITICA DEL GIORNALISTA

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate