SPEZIA

Spezia-Milan 2-0: le pagelle. Luce spenta dal primo al novantesimo minuto

0 cuori rossoneri

SPEZIA MILAN – Serata amara per il Milan che rischia di arrivare al derby non più da prima della classe. Lo Spezia di Italiano gioca una partita praticamente perfetta, imbriglia gli 11 di Pioli e si guadagna meritatamente i tre punti in palio vincendo per 2-0. 

Donnarumma: 6

Mette una pezza su una bordata a colpo sicuro di Saponara ma non può nulla sul vantaggio di Maggiore e la botta da fuori di Bastoni, completamente dimenticato da Meitè.

Dalot: 4

Partita opaca e senza sussulti per il terzino portoghese che inanella l’ennesima serata scialba della sua stagione rossonera. Non è Calabria e ci può anche stare, ma è l’ennesima occasione sprecata per Diogo che soffre Saponara e che non dà mai l’impressione di offrire qualcosa di positivo né in copertura né in proiezione offensiva.  

Kjaer: 6

Torna da titolare il numero 24 rossonero e fa il suo dovere con la solita puntualità. Soffre la serataccia del centrocampo rossonero che tra Kessie e Bennacer non riesce mai a trovare il pallino del gioco.

65’ Tomori: 6,5

Entra col piglio giusto e mette ordine, ruvidezza e decisione per contenere le offensive dello Spezia. Sostituisce Kjaer e non ne fa sentire la mancanza dimostrando di essersi subito adattato al campionato italiano.

Romagnoli: 5,5

Il primo tempo del capitano è buono per un paio di interventi di qualità ma è colpevole dell’errore che porta al vantaggio di Maggiore quando nel tentativo di anticipare l’attaccante dello Spezia anticipa Donnarumma e serve involontariamente il numero 25. 

Theo Hernandez: 5,5

Pile scariche anche per lui che stasera non lascia traccia di sé. L’impegno non manca ma per come siamo abituati ci si aspetta di più dal buon Theo che “regala” solo un paio di sgroppate e poco più.

Bennacer: 5

Torna da titolare dopo mesi e la ruggine accumulata si fa sentire. Ismael fatica a trovare la posizione, lento e prevedibile di pensiero non imbecca mai la giocata corretta. Non è una bocciatura ma per raggiungere l’obiettivo Champions c’è bisogno di ritrovare smalto e brillantezza nelle prossime settimane. 

65’ Meite: 5

Entra e si scorda subito Bastoni che tutto solo al limite dell’area ha tutto il tempo di prendere la mira e spedire il pallone alle spalle di Donnarumma. 

Kessie: 5,5

Lui solitamente si salva sempre nonostante le brutte prestazioni ma stasera anche il buon Frank è tra i rimandati. Fa legna in mezzo al campo, corre, si impegna ma è dura quando tutta la squadra non gira. 

Saelemaekers: 5

Tanto fumo e niente arrosto anche per Alexis che da qualche settimana, complice anche qualche infortunio, sembra ben lontano da una buona condizione. Nessuna giocata degna di nota, poco supporto in fase difensiva e una partita che si chiude al minuto 83’ senza sussulti.

83’ Hauge: sv

Leao: 5

Impalpabile. Non c’è traccia di niente nella partita di Rafa che esce al minuto 65’ per far posto a Mandzukic.

65’ Mandzukic: 6

Ben lontano da una buona condizione, Mario ci mette comunque impegno e corsa per aiutare la squadra. È suo l’unico tiro in porta della scialba serata offensiva del Milan.

Calhanoglu: 5

Torna titolare dopo la parentesi Covid che lo ha costretto a casa per un paio di settimane, ma del vero Hakan non c’è traccia. Poco concreto in fase offensiva e poco supporto anche in fase di ripiegamento, stasera la luce del numero 10 non si accende e anzi è solo una flebile fiammella che resta in campo fino al minuto 83’.

Castillejo: sv

Ibrahimovic: 5

Voto negativo anche per Zlatan che chiude la sua partita senza sussulti e con tante strigliate ai compagni. Poco rifornito dai suoi partner d’attacco, stavolta non giova nemmeno abbassarsi fino a centrocampo per prendersi il pallone. 

Pioli: 5

Italiano batte Pioli 2-0. Spezia che gioca una partita perfetta e Milan che non riesce mai praticamente a trovare il bandolo della matassa. Il primo tempo è un campanello d’allarme ma nella ripresa decide comunque di tornare in campo con gli stessi undici e lo spartito non cambia. Tardivo nei cambi che (forse) sarebbero serviti già allo scoccare della fine della prima frazione. Serata no!   

photocredits acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live