Pagelle Milan-Lazio 3-2: Primi a Natale all’ultimo respiro

0 cuori rossoneri

L’ultima partita prima della sosta natalizia finisce con una vittoria all’ultimo minuto dei rossoneri facendola rimanere sempre più prima in classifica.

Il Milan inizia in maniera aggressiva e dopo poco più di quindici minuti si trova sopra di due gol, grazie alle prime reti stagionali in campionato di Rebic e Calhanoglu. Gli ospiti rispondono poco dopo accorciando le distanze su un tap-in di Luis Alberto successivo al rigore fallito da Immobile, ipnotizzato dal portiere rossonero. La ripresa parte forte per entrambe le squadre con diverse potenziali occasioni, ma è la Lazio a raggiungere il pari con una azione spettacolare tutto di prima intenzione. Il cuore del Milan abbiamo imparato durante questa stagione che non muore mai e dopo numerose occasioni fallite, in pieno recupero arriva la zuccata di Theo che anticipa tutti scaraventandola in rete, mandando in estasi tutto il mondo rossonero.

PAGELLE

Donnarumma 6,5: Il portiere rossonero compie una parata incredibile sul rigore calciato da Immobile, ma il gol di Luis Alberto la rende inutile. Per il resto qualche uscita non pulita e alcuni buoni riflessi, confermandosi sempre più un punto fisso di questa squadra.

Calabria 6,5: Solita partita attenta in difesa e di buona spinta per il giocatore cresciuto nelle giovanili del Milan, sta acquisendo sempre più sicurezza nei propri mezzi mostrando una continuità nelle prestazioni mai vista prima in rossonero,

Kalulu 7: Personalità da vendere per il giovane ragazzo francesecon degli interventi da grande difensore e delle uscite palla al piede in totale sicurezza. Una piacevolissima sorpresa per tutti i tifosi milanisti.

Romagnoli 6,5: Il capitano fa una prestazione solida e decisa, gli manca forse qualcosa in quanto leadership ma ci sarà tempo per migliorare. Le prestazioni rispetto ad inizio stagione sono nettamente migliorate.

Theo Hernández 8: Probabilmente si può considerare il terzino sinistro migliore al mondo, corre, dribbla, crossa, difende ma soprattutto continua a segnare gol decisivi. Fenomeno assoluto.

Tonali 6,5: Numerosissime assenze nel centrocampo rossonero, il ragazzo lotta e cresce con il passare dei minuti. Segnali incoraggianti per la crescita del numero 8 rossonero, sono queste le partite che gli faranno fare il salto di qualità.

Krunic 6,5: Stesso discorso valido per il compagno di reparto, probabilmente fa meglio in fase difensiva rispetto alla fase offensiva in una partita contro probabilmente uno dei centrocampi migliori del campionato. Rischia il secondo giallo ma se la cava, ottima risposta e non facile giocando pochissimi spezzoni. Ottimo atteggiamento.

Saelemaekers 6: Si sacrifica molto come sempre il ragazzo belga, ma oggi a differenza di molte altre partite manca nelle giocate qualitative, probabilmente accusa un po’ di stanchezza.

Calhanoglu 7: Leader tecnico, ormai diventato insostituibile nello scacchiere rossonero tenendo in mano sempre le redini del gioco accelerandolo e rallentandolo a suo piacimento. Ormai il rinnovo diventa quasi d’obbligo.

Rebic 6,5: Finalmente si sblocca con un ottimo colpo di testa da palla inattiva. Da ala sinistra si trova maggiormente a suo agio riuscendo sempre a cercare l’uno contro uno e lottando su ogni pallone. Peccato nel finale con quelle due enormi occasioni in cui probabilmente si poteva fare meglio, per fortuna non peseranno per la classifica.

Leao 6: Oggi Rafael si sbatte più del solito lottando e dando un buon apporto in fase difensiva, purtroppo gli manca il guizzo e non riesce quasi mai a scatenare le sue incredibili potenzialità. Continuando così si toglierà grandissime soddisfazioni nel prossimo futuro.

Castillejo 6: Gioca in maniera mediocre e senza incidere, non entrando con la cattiveria necessaria in una partita del genere. Viene anche sostituito nel finale, poteva fare sicuramente meglio.

Hauge 6: Entra meglio di Reggio Emilia, contribuendo con alcuni belli scambi palla a terra con Theo. Tutte queste partite fanno parte di un percorso di crescita che sta facendo, sempre un buon atteggiamento del giovane norvegese.

Maldini SV

Dalot SV

Pioli 8: Il Mister prepara benissimo anche questa gara, confermandosi preparatissimo e avendo in mano tutto la squadra, riuscendo a coinvolgere anche chi gioca meno. Leader indiscusso in questa giovane ma straordinaria squadra. Lavoro eccezionale da quando è arrivata, nonostante la diffidenza di molto. Bravo Mister!

Edoardo Sacchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live