MILAN UDINESE

Milan-Udinese 1-1: le pagelle. La paura a San Siro fa 97

0 cuori rossoneri

MILAN UDINESE

Dopo l’ottima reazione nella Capitale, il Milan trova a San Siro un Udinese che nelle ultime 5 è dietro solo all’Inter. Primo tempo che disegna il concetto di bloccato. Squadre ordinate, Udinese compatta che permette al Milan di creare una sola occasione pericolosa con Castillejo.

Nel secondo tempo, il Milan gioca i primi cinque minuti poi l’Udinese si chiude, i rossoneri non mordono, Romagnoli salva sulla linea e Becao trova l’1-0.

Becao. Di nuovo. Segna solo contro di noi.

Una follia di Stryger Larsen all’ultimo secondo ci regala un punto. Serve reagire, di nuovo. E Verona non è il migliore dei campi per farlo.

Pagelle:

Donnarumma 5,5: Sul gol, Nestorovski lo disturba e chiunque abbia giocato in porta sa quanto problematico sia un disturbo del genere. L’impressione, però, è che qualcosa di più potesse fare.

Kalulu 5,5: Offensivamente nullo, difensivamente non sempre preciso, Migliorabile

Kjaer 6,5: Salva in scivolata su un pericoloso pallone di Molina. Per il resto, sempre sul pezzo.

Romagnoli 6,5: Salva, pure lui, sulla linea. Rivedibile sul gol di Becao, che gli stacca in testa, forse con un fallo.

Theo Hernandez 5,5: Davanti molto meno incisivo del solito, dietro tanti, tantissimi errori che creano due occasioni pericolose per l’Udinese

Tonali 6: Partita di sostanza, bene in ogni fase. Esce lui e il Milan soffre tantissimo.

Kessie 6: Meno ovunque del solito, ma non sbaglia nulla. Nemmeno il rigore al 97′.

Castillejo 5,5: Una buona azione, forse la migliore del Milan, tanto sacrificio, ma non basta.

Brahim Diaz 5: Come un naufrago in balìa delle onde, si perde nel catenaccio friulano. Può dare decisamente di più.

Rebic 5,5: Decisamente più simile al Rebic della Stella Rossa che a quello di Roma. Mezzo voto in più perchè mette il cross sul quale arriva il rigore.

Leao 4,5: Un fantasma, si nota solo quando toglie dai piedi di Saelemaekers un tiro a botta sicura. L’errore, della squadra, è pensare che con lui si possa giocare come con Ibra. L’errore, suo, è non far nulla per dare alternative.

Meitè 5,5: Entra a fine primo tempo al posto di Tonali e gli spazi per l’Udinese triplicano. Sbaglia un po’ troppo.

Calabria 6: Meglio rispetto a Kalulu, compitino ben fatto.

Hauge 5: Lontanissimo parente del giocatore di inizio stagione. Serve ritrovare fiducia, perchè stasera è sembrato più in difficoltà di Amadeus dopo l’addio di Bugo.

Saelemaekers 6,5: L’unico che prova a dare un cambio di passo alla squadra. Forse inserito troppo tardi, gli manca sempre l’ultima giocata per diventare decisivo.

All. Pioli 5: Un Milan rimaneggiato, ma comunque troppo brutto per essere la stessa squadra di Roma. Poca fiducia, poco gioco, tanta confusione, troppi errori.

Federico Rosa

photocredits acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live