Milan-Porto 1-1, le pagelle. Siamo ancora vivi… forse.

0 cuori rossoneri

Milan-Porto 1-1

Le pagelle di radiorossonera.it

Il Milan fallisce il dentro-fuori col Porto ma è ancora matematicamente aggrappato alla qualificazione alla fase ad eliminazione diretta della Champions League, in attesa del risultato di Liverpool-Atletico Madrid. La squadra di Pioli parte male come all’andata, ma il gol a freddo dei portoghesi è viziato ancora una volta da un quasi certo fallo non sanzionato in precedenza. Il sinistro di Giroud a giro da fuori area è in ogni caso l’unica tiepida occasione rossonera dei primi 45 minuti. Nel secondo tempo la squadra ha un altro piglio, alza il baricentro, tiene di più la palla e si affaccia meglio nella metacampo avversaria. Purtroppo però non basta. Sugli sviluppi di un calcio di punizione un reattivo Kalulu propizia l’autogol di Mbemba: il gol dà speranza ai rossoneri ma i pericoli creati a Diogo Costa sono pochissimi. Il primo punto del Milan in Champions dopo 7 anni ha un sapore amaro.

Tatarusanu 7 Ha il grande merito di tenere la squadra in partita nel primo tempo con due grandissimi interventi. Buoni segnali da un portiere che sembrava fare un po’ di fatica a ritrovare le sensazioni del campo.

Calabria 5.5 Un grande Luis Diaz lo fa impazzire ancora nel primo tempo. Esce all’intervallo per un colpo subito alla testa: c’è un po’ di apprensione per il derby.

Kalulu 6.5 Entra bene sia in fase difensiva che in fase offensiva, causando l’autogol del Porto. Più di così non può fare, ma il giovane francese porta a casa un’altra prestazione positiva questa stagione: i miglioramenti sono evidenti.

Tomori 5.5 Non è il Tomori perfetto che siamo abituati a vedere. Sbaglia sul gol, lascia agli avversari qualche pallone di troppo e non è pulito nemmeno nell’iniziare la manovra.

Romagnoli 5.5 Sostituire Simon Kjaer in questo momento non è facile per nessuno. Dietro sembra subire le offensive portoghesi e gli errori in fase di impostazione sono troppi.

Theo Hernandez 6 Anche se anche in fase difensiva come per i suoi compagni di reparto la serata non è indimenticabile, le sue iniziative (rischiose) creano sempre pericoli.

Bennacer 6 Anche se come detto Turpin avrebbe potuto tranquillamente fischiare fallo, quella palla persa sul gol in avvio di Luis Diaz pesa. Peccato perché dopo la prestazione dell’algerino è sicuramente in salita.

Tonali 6.5 Dribblato da Grujic sul gol, risponde d’orgoglio lottando e recuperando qualche pallone importante. E’ lui che dà sicurezza alla squadra in momenti dove quella stessa sicurezza sembrava vacillare.

Kessie 6 Entra tutto sommato bene, ma 20 minuti per lui sono pochi e l’andazzo della partita non lo favorisce di certo.

Saelemaekers 5.5 Lo spirito di sacrificio è ancora una volta sotto gli occhi di tutti, ma l’apporto offensivo di stasera è quasi nullo. Spreca una mezza chance calciando alto nel finale del primo tempo.

Diaz 5 Complice forse il recupero lampo post-covid e sicuramente l’atteggiamento difensivo del Porto, il 10 non brilla, girando a vuoto per la maggior parte della sua permanenza in campo.

Krunic S.V.

Leao 6 Come nella partita d’andata la difesa alta e aggressiva dei portoghesi lo mette in difficoltà, ma sembra sempre e comunque essere l’uomo più pericoloso della squadra.

Giroud 5.5 L’unica occasione rossonera del primo tempo è sua, ma il suo sinistro a giro trova di fronte un attento e reattivo Diogo Costa. Le sue sponde sono quasi sempre imprecise e nel secondo tempo perde la marcatura su Evanilson che colpisce la traversa.

Ibrahimovic 6 Entra con voglia dopo la prestazione dominante di Roma. Purtroppo proprio come all’Olimpico gli viene annullato un gol per fuorigioco.

Maldini S.V.

Pioli 5.5 Il Porto lo mette ancora in grande difficoltà. Prova a cambiare le cose nel secondo tempo e la squadra trova il pareggio, ma non è il Milan che ci saremmo aspettati di vedere questa sera.

Guarda QUI il postpartita di Milan-Porto

photocredits acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live