Milan Pagelle Gazzetta

Milan, le pagelle Gazzetta: Giroud al top! Origi come De Ketelaere

0 cuori rossoneri

La Gazzetta dello Sport ha dato i voti ai giocatori del Milan, protagonista di una prima parte di campionato in linea con la partenza dello scorso anno e di una qualificazione agli ottavi di Champions League che mancava da 8 anni.

Portieri Milan

Maignan 6.5: “Quando l’ha avuto a disposizione, il Milan ha beneficiato del suo rendimento abituale, pur senza i picchi stellari della scorsa stagione”.

Tatarusanu 6: “Non darà mai la stessa impressione di sicurezza che uno come Mike può garantire a difensori, allenatore e tifosi, ma difficilmente le prestazioni del “Tata” lasceranno a desiderare al punto da tradire le attese”.

LEGGI QUI ANCHE   -CALCIOMERCATO MILAN – CONFERME SU AOUAR! C’E’ UN DETTAGLIO CHE FA PENDERE L’AGO DELLA BILANCIA VERSO… PAOLO MALDINI-

Difensori Milan

Tomori 6: “In questo primo scorcio di stagione è stato incostante, aggettivo a lui sconosciuto durante l’esperienza rossonera: vette molto alte, salvataggi prodigiosi (vedi Fiorentina) ma anche seratacce (Chelsea, al di là dell’espulsione ingenerosa al Meazza)”.

Kalulu 6: “Vedi Tomori: recuperi da applausi, ma anche qualche inusuale svarione”.

Gabbia 6.5: “Un altro che si fa sempre trovare pronto, dopo un’estate trascorsa a preparare la valigia per cercare minuti altrove”.

Dest 5.5: “Debutto da horror contro il Napoli, balbettante anche in altre occasioni, ma con finale incoraggiante: dà la sensazione di poter contribuire alla causa, nel 2023. E di giocarsi una chance di riscatto dal Barça”.

Calabria 6: “Davide s’è fermato a Empoli: fino a quel momento, il terzino destro titolare aveva offerto un rendimento normale, sempre con un po’ di amaro in bocca per l’esclusione dalle convocazioni azzurre”.

Thiaw 6.5: “In freezer a lungo, poi un esordio col botto nel finale della soffertissima partita vinta al Bentegodi”.

Theo Hernandez 7: “Top player ormai fatto e finito, le amnesie e i blackout sono in netta diminuzione”.

Kjaer 6.5: “Pioli gestisce bene il suo minutaggio, ma quando il pallone scotta per davvero Simon è sempre presente. Solido”.

Ballo-Touré 6.5: “Il buon voto in pagella è dovuto soprattutto al gol importantissimo a Empoli, in pieno recupero, che di fatto ha portato al Milan due punti in più in classifica”.

LEGGI QUI ANCHE   -MILAN, NON SOLO FURLANI: CHI SONO TANIA MORENO E MARK DOWLEY?-

Centrocampisti Milan

Messias 6.5: “L’indisponibilità persistente di Saelemaekers rende Junior titolare a destra, ma Pioli talvolta ha preferito dirottare Rebic su quel lato, contando sulla maggiore esperienza internazionale del croato”.

Saelemaekers 6: “Più arruffone e impreciso che in passato, ma anche preziosissimo nei due gol in Champions contro Salisburgo e Dinamo Zagabria”.

Krunic 6.5: “Pioli lo usa quasi indifferentemente da centrocampista e da trequartista, allargandolo anche in fascia alla bisogna. Mister utilità, non da oggi”.

Adli 5: “Finora è un flop clamoroso quanto inatteso. Perché Yacine arrivava dalla Ligue 1 con tante aspettative e un buon curriculum, c’erano tutte le premesse per vederlo protagonista in breve tempo anche in Italia. Rischia di cambiare aria già a gennaio”.

Bennacer 7: “Bennacer costruisce, difende, corre, strappa applausi ovunque”.

Tonali 7: “Leader carismatico in campo, come Ibra continua a esserlo dalla panchina. Sandro parla, sprona, incita, si arrabbia, non esce mai mentalmente dalle partite”.

Pobega 6: “L’impressione è che ci sia ancora un passo da compiere come maturazione generale, ma il tempo è dalla sua parte”.

De Ketelaere 5: “I 35 milioni serviti per strapparlo al Bruges e le fatiche del duo Maldini-Massara per chiudere la trattativa pesano sulle spalle del ragazzo, finora inconsistente a livello numerico nella produzione offensiva”.

Brahim Diaz 6.5: “Brahim ha dato un contributo realizzativo notevole, riguadagnando posizioni e onorando il 10 che porta sulle spalle”.

Vranckx 6: “Finora l’highlight è il cross che ha propiziato l’autogol di Milenkovic, nel contestato ma fondamentale 2-1 alla Fiorentina. Ma al di là dell’episodio, il 20enne belga comincia a trovare minuti di utilizzo e sembra reggere bene il palcoscenico”.

LEGGI QUI ANCHE   -ORDINE: “RINNOVO LEAO? NON RICORDO UNA TRATTATIVA COSI’ COMPLICATA”-

Attaccanti Milan

Leao 7: “Il rosso a Genova e qualche piccolo passaggio a vuoto non macchiano un cammino fatto di accelerazioni, gol, assist e buona propensione al sacrificio”.

Giroud 7.5: “Mvp rossonero fin qui. Dominante, consapevole, spettacolare nelle idee e nelle soluzioni: il numero 9 rossonero ha retto perfettamente anche dal punto di vista fisico”.

Rebic 6: “Prometteva meglio, la stagione di Rebic.Invece il suo rendimento è stato poco concreto, a conti fatti, anche se non insufficiente”.

Origi 5: “L’attenuante è la serie di ripetuta di guai fisici che ne hanno ritardato l’ingresso in gruppo. Finora, però, s’è visto solo un gol al Monza, in mezzo a tanti minuti poco esaltanti”.

LEGGI QUI ANCHE   -GIROUD SVELA IL RETROSCENA: “LA CONVOCAZIONE? DESCHAMPS ME L’HA CONVOCATA COSI’…”-

Allenatore Milan

Stefano Pioli 6.5: “Confermarsi non è mai semplice, ma il Milan è in linea con la tabella di marcia prevista. l problema è qualche calo di tensione di troppo (Sassuolo, Torino, Cremonese…), a cui però il tecnico rossonero potrà porre rimedio dopo la sosta”.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Milan Pagelle Gazzetta
Photocredits: acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Radio Rossonera Live

live

EnglishGermanItalianSpanish