Milan-Cagliari

Milan-Cagliari 4-1: le pagelle. Tonali, Leao e Giroud fanno divertire San Siro

0 cuori rossoneri

Milan-Cagliari

Le pagelle di radiorossonera.it

Dopo l’esordio vittorioso in trasferta contro la Sampdoria, i rossoneri ritrovano San Siro (finalmente affollato) dopo un’infinità di tempo. Milan-Cagliari regala un primo tempo dalle mille emozioni, con 5 goal e molto altro. I ragazzi di Pioli macinano gioco e danno l’impressione di poter segnare ad ogni occasione creata. Tonali, Leão, Díaz e Giroud sugli scudi. Nella ripresa, già sopra di 3 goal, la furia rossonera si placa e c’è solo da gestire il risultato. Adesso la sosta e poi un trittico niente male (Lazio, Liverpool e Juventus).

Maignan 6: Prende possesso dei pali di San Siro ma non riesce a prolungare la striscia di clean-sheet rossonera. Si allunga anche sul colpo di testa di Deiola e prova a smanacciare ma non basta. Si fa già sentire in Italiano con la sua retroguardia. Attento nel secondo tempo sul tiro potente di Lykogiannis e qualche cross pericoloso. #PugnoDuro

Calabria 6: Il suo contributo offensivo è ormai una caratteristica dell’attacco rossonero così come i suoi tentativi da fuori. Un po’ sorpreso da Deiola che lo sovrasta di testa e fa 1-1. Si perde allo stesso modo Pavoletti nella ripresa ma senza ripercussioni. #OK

Kjær 7: Come al solito non è fortunato in attacco ed un suo colpo di testa da ottima posizione finisce su un braccio avversario (rigore?). Al contrario, i suoi interventi difensivi sono sempre precisi e puliti. Mezzo voto in più per la deviazione su Pavoletti e l’intervento su João Pedro nella seconda frazione di gioco. #TappaBuchi

Tomori 6,5: Le sue prestazioni difensive non fanno più rumore. In serate come queste c’è da gestire più che strafare. Da segnalare invece la costanza nel proporsi in fase d’impostazione quando Kjær non è libero. L’intesa con il veterano Danese è ormai un patto di ferro. #Relax

Theo Hernández 6,5: Fresco di convocazione in nazionale, è più sul pezzo rispetto alla prestazione opaca di Genova. Gioco di gambe ed assist al bacio per Giroud alla mezz’ora che però non trova l’impatto con la palla. La sua uscita palla è sempre un terno al lotto: contropiede nostro o avversario? La via di mezzo è il fallo e cartellino procurato. #Allez

Krunić 6,5: Bennacer non è ancora al top e Pioli, che lo considera un titolare, gli da fiducia ancora una volta. Lui come al solito fa legna a centrocampo e dimostra di poterci stare quando tutto gira. La crescita di Tonali può essere un bene anche per lui. Con l’arrivo di Bakayoko, Pioli può essere più che soddisfatto del centrocampo a disposizione. #Prezioso

Tonali 7: Un’imbucata di prima con l’esterno a inizio gara è solo l’antipasto. La fotografia della sua crescita (già intravista nel pre-campionato) è infatti la punizione che pennella a fil di palo e sblocca la partita. Primo goal con la maglia del Milan, ne aveva bisogno. Può essere il suo anno. #OTirAGir

Saelemaekers 6 : La fascia destra è ormai solo la zolla di partenza per Alexis che svaria su tutto il fronte d’attacco. Generoso quando c’è da battagliare e imprevedibile quando c’è da sparigliare le carte. Gli mancano goal e assist per fare l’ultimo step ma come dice Ibra in panchina “good job, Alexis!” #SaeleMcQueen

Leão 6,5: Si divora la rete del vantaggio dopo soli 8 minuti di gioco. Doveva concludere prima e meglio. Il secondo tentativo è quello buono, Brahim ci mette lo zampino ma il goal è di Rafa. Quando parte con il doppio passo è devastante. #Treccia/Freccia

Díaz 7: Siam venuti fin qui per vedere segnare Brahim. Cosi canta la Sud, sulle stesso note che hanno accompagnato le cavalcate di un certo Ricardo Kaká. La maglia numero 10 era un segnale così come il prestito biennale: è lui il trequartista titolare di questa squadra. Con un po’ di fortuna, è co-protagonista del secondo e quarto goal rossonero. #Futuristico

Giroud 7,5: è lui il protagonista assoluto di Milan-Cagliari. Due goal, una tripletta sfiorata e un colpo di tacco a liberare Leão che avrebbe meritato una sorte migliore. Uomo squadra ma anche cecchino spietato sotto porta. La 9 bastava darla ad un bomber vero e nel contesto giusto. #TheOG

Florenzi SV: Esordio a San Siro anche per nostro campione d’Europa. Acclamato dalla stadio, in due settimane ha già scavalcato Castillejo nelle gerarchie di Pioli. #Daje

Rebić SV: Va vicino al goal con un tiro che sfiora l’incrocio dei pali sotto la Sud.

Bennacer SV

Maldini SV

Castillejo SV

Pioli 7: Non cambia niente rispetto alla Sampdoria e fa bene. Primo tempo di Milan-Cagliari straripante dei suoi che potevano anche segnare più di 4 goal. Peccato solo per l’ingenuità del momentaneo pareggio Sardo. La cosa più bella è vedere la prima punta servita tanto e bene. Era importante arrivare alla sosta con 6 punti prima di affrontare avversari più impegnativi. Il suo Milan sa anche far divertire il pubblico (finalmente allo stadio). #PioliBall

photocredits acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live