Bologna-Milan, le pagelle: il Milan è ancora lassù in alto, punti 46!

0 cuori rossoneri

BOLOGNA MILAN Al Dall’Ara di Bologna parte il secondo round di questa stagione rossonera vissuta fino ad ora guardando tutti dall’alto in basso.

Ancora orfano di Calhanoglu, Pioli lancia il tridente pesante Rebic/Leao/Ibrahimovic insieme a Saelemaekers.

Milan in totale controllo per 60 minuti e legittimamente in vantaggio, prima con Rebic, pronto a ribadire in rete la respinta di Skorupski sul rigore sbagliato da Ibrahimovic, e poi con Franck Kessie, che dal dischetto non sbaglia.

La partita sembra già decisa.

Sembra appunto, perché complice diversi errori e distrazioni, il Milan tiene vivo il Bologna che con Poli accorcia le distanze.

Grazie ad uno strepitoso Gigio Donnarumma però, il Milan guadagna 3 punti in un campo tutt’altro che facile.

Vittoria fondamentale dopo la settimana appena trascorsa dai rossoneri.

PAGELLE

Donnarumma 9: Per la sua prestazione odierna dovrebbero creare la regola che anche i portieri possono portare a casa il pallone, trittico di parate straordinarie. Hat trick

Calabria 6,5: Sempre attento su Sansone in fase difensiva, preciso e sapiente in regia, pericoloso in attacco, altro?! David-one

Tomori 6,5: impatto fisico e mentale sulla nuova avventura paurosamente positivo, quasi militaresco. Veterano

Romagnoli 6,5: Per buona parte di match in totale controllo anche perché il Bologna è molto leggero in avanti, tanto da permettersi sgroppate palle al piede, nel finale qualche sbavatura che abbassa leggermente il voto. Capita… to bene

Theo Hernández 6: il voto finale è la media delle sue due partite, da 7 i primi 70 minuti da 5 gli ultimi 20, la sua ingenuità è costata il ritorno in partita degli avversari e fortunatamente nulla più, senza Rebic sembra smarrirsi. Ante/post

Tonali 6,5: difficilmente lo troveremo tra gli highlights del match, non per forza è un male, paradossalmente lo si nota quando esce perché manca protezione alla difesa. Guardiano silenzioso

Kessiè 7: Che debba essere lui il rigorista forse se ne sta accorgendo anche il Re, per il resto quando c’è da proteggere si va alla Banca della Costa d’Avorio e si riscuotono infinità di interessi. Dal Re al Presidente

Saelemaekers 6,5: Importante recuperare fisicamente questo giocatore, perchè nonostante diverse imprecisioni tecniche lo vorresti sempre a correre al tuo fianco, nel finale diventa fondamentale. Gregario

Rebic 6,5: Che il girone di ritorno sia il suo terreno di caccia dovremmo averlo capito, svelto nell’occasione del gol, sempre vivo con la palla tra i piedi e grazie a lui si sa che anche Theo… Cooperativa di sinistra

R.Leao 6,5: Ci sta abituando a ruoli insoliti, non parliamo del suo essere cantante, ma del suo ruolo in campo tra le linee, diverso ovviamente da Calha ma primo tempo fatto di spunti spesso decisivi. Top hit

Ibrahimovic 5,5: Zlatan lo conosciamo, oggi, dopo la settimana trascorsa avrebbe voluto tirar giù il mondo a cazzotti (ideali sia chiaro) e questo suo sentimento finisce per condizionarlo nel gioco, anche se i duelli fisici sono tutti o quasi dalla sua. Re spoglio

Bennacer 6,5 : mezz’ora in campo, quando si sarebbe dovuto amministrare ma, quanto ci è mancato. Brilla

Mandzukic 6 : entra e neanche a farlo apposta la partita si mette sui binari della battaglia. Destino

Krunic 6: vedi Mandzukic, viene il sospetto che Pioli si aspettasse un finale da trincea. Elmetto

Pioli 6,5: Da sabato a sabato sicuramente ha vissuto la settimana più complessa dal post lockdown in poi, bravo a tramutare energie mentali e verbali in risultati di campo. Le chiacchiere stanno a zero, il Milan a 46.

Davide Tranchida

photocredits acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Radio Rossonera Live

live