Benevento-Milan, le pagelle: “Nuovo anno, vecchie abitudini”

0 cuori rossoneri

Milan – 2020 da record ormai alle spalle, Pioli chiedeva in conferenza continuità per concretizzare ciò che di buono era stato fatto, e con il primo atto del 2021 la squadra sembra essere sulla stessa linea d’onda del Mister. Vittoria sofferta contro un Benevento coriaceo e mai domo ma impreciso sotto porta, Milan che si porta in vantaggio con Kessie su rigore procurato da Rebic, resta in 10 alla mezz’ora per un’ingenuità di Tonali, ma all’alba della seconda frazione Rafa Leao inventa la giocata della giornata che consente una più “semplice” gestione della partita.

Ora sotto con la Juve, sarà l’ennesima prova del nove?!

PAGELLE

Donnarumma 7,5: Clean sheet che porta due nomi e due cognomi il suo e quello di Simon Kjær, partita fatta da tanta concretezza, sicurezza, Magnetico

Calabria 6: Serata difficile visto che dalla sua parte gravita Caprari, spesso gli scappa e fatica a contenerlo soprattutto perché poco supportato prima da Diaz poi da Leao, tutto sommato però limita i danni, Diligente

Kjær 7: Bentornato, lo abbiamo pensato tutti sia alla lettura delle formazioni che al momento del cambio, torna la porta inviolata, siamo troppo intelligenti per reputarla una coincidenza, Colosso


Romagnoli 5,5: Del reparto arretrato è sicuramente colui che soffre maggiormente la vivacità campana, troppe volte gli scappa Lapadula, o l’ex rossonero riesce a girarsi per concludere, deve una pizza a Gigio e Simon, In debito


Dalot 6: Partita onesta, senza infamia e senza lode, ovviamente se paragonato a Theo sfigurerebbe, ma a quanti terzini toccherebbe egual sorte? Passi in avanti rispetto al match con Genoa, Working progress

 
Tonali 4,5: Come complicare non una ma ben due partite con un intervento maldestro a conclusione di una mezzora tutt’altro che eccezionale, il suo 2021 non potrà che migliorare

 
Kessiè 7: come sempre canta e porta la croce la nel mezzo, di fianco a se tra infortuni e squalifiche sembrano le montagne russe, a lui non importa, fateci sapere quando si ferma di correre, Lepre

Brahim Diaz 6,5: La serata sembrava promettere bene, vivace creativo come non lo si era mai visto, coinvolto suo malgrado nel pasticcio Tonali abbandona il match dopo 35 minuti


Çalhanoğlu 6,5: Vista la sua recente esibizione nel The Voice Turco lo si vorrebbe sempre Showman, spesso però nel Milan di questa sera viene confinato in regia o dietro le quinte per nobile causa, ennesimo palo stagionale,

 
Rebic 6,5: Si sta entrando nella sua parte di stagione, a differenza del match con la Lazio non finisce nel tabellino ma lo zampino su entrambi gol c’è, Ante&Post

 
R. Leao 7,5: Alzi la mano chi  lo avrebbe voluto in campo dopo il primo tempo?! Forse pochi coraggiosi, tra questi fortunatamente per noi c’era anche Pioli che forse deve averlo anche stuzzicato a dovere, perché il suo secondo tempo ha tutto un altro passo, Leao&Gazzella

Krunić 5,5: Come ormai spesso accade viene chiamato sotto emergenza, non deve essere facile gestire situazioni del genere e si vede sull’episodio del rigore per il Benevento, ci servirà sicuramente più in palla con la Juve, sarà l’Epifania?!

Kalulu 6: Giusto un quarto d’ora per far rifiatare Kjær, dove però non sfigura e ricambia la fiducia del mister

Castillejo 6,5: Entra per far rifiatare Rebic e non solo, si piazza a destra e contribuisce ad addormentare un po’il match tenendo palloni spesso scomodi, Prezioso

Conti 6: Vedi Castillejo e Kalulu, ottimi segnali di spirito di gruppo e compattezza, Gregario

Pioli 7: Più di una volta i suoi ragazzi o il Benevento hanno provato a complicargliela, lui non fa una piega e tira dritto, altri 3 punti in saccoccia

Davide Tranchida

photocredits acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live