Milan, Bianchin: “Osti out? Unica chance, ma non penso perché…”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

In casa Milan si accende l’allarme infortuni: colpa di Osti? Colpa di Pioli? Bianchin dice la sua

L’emergenza infortuni è impellente per il Milan, che alla dodicesima giornata si ritrova con solo una manciata di giocatori indenni fino a questo momento: i tifosi si scagliano contro il preparatore atletico Matteo Osti e, quindi, anche con Stefano Pioli. Con lo stop anche di Rafa Leao e Davide Calabria, era inevitabile la domanda dei giornalisti ieri nel post partita Lecce, i quali hanno imbeccato il tecnico sul tema. Al netto della risposta di Pioli, oggi ha dato il suo parere sulla questione spinosa tra i milanisti anche Luca Bianchin, giornalista de La Gazzetta dello Sport. Di seguito, le sue dichiarazioni a Tutti Convocati su Radio 24.

LECCE-MILAN 2-2, PIOLI: “INFORTUNI, NON ME LO SPIEGO! MUSAH PERCHE’…”

Unica soluzione (difficilmente percorribile)

Innanzitutto, con i conduttori Pierluigi Pardo, Giovanni Capuano e Carlo Genta, una domanda sul prossimo approdo in società di Zlatan Ibrahimovic:

“Da luglio il club dichiara, prendendosi dei rischi, che non ci sarà una figura di campo, ma che sarà Pioli a gestire tutto. Ho dubbi che se Ibrahimovic sarà inquadrato come consulente di RedBird e non sarà sempre a Milanello, possa essere la risposta”.

Sul sensibile problema degli infortuni al Milan, Bianchin solleva il tema degli eventuali esoneri di Stefano Pioli o Matteo Osti. Queste le sue parole:

“L’unica cosa tangibile potrebbe essere pensare di cambiare Osti (preparatore atletico del Milan, ndr), ma non penso verrà fatta questa scelta. Gli allenatori vedono male i cambi del proprio staff. Il Milan non ha una risposta chiara a questo problema”.

MORETTO: “MILAN AVANTI CON PIOLI, LE SOMME SARANNO TIRATE…”

La risposta di Pioli

E infatti, andiamo a rileggere le dichiarazioni del tecnico rossonero (ieri a DAZN dopo il brutto pareggio di Lecce) su questo punto.

“Calabria e Leao hanno avuto risentimenti ai flessori, entrambi da valutare. Ho messo Musah e non Florenzi perché era più adatto al livello di passo e velocità all’unico giocatore del Lecce che poteva crearci difficoltà a livello di queste situazioni. In questo momento non ho una spiegazione per tutti questi infortuni, non può essere solo sfortuna, giocando così tanto e con questo stress i rischi si alzano ma ne stiamo subendo tanti”.

Ricordiamo, inoltre, gli esiti degli esami effettuati dagli ultimi due acciaccati. Per il terzino si tratta di una edema da sovraccarico del flessore semitendinoso sinistro., mentre il portoghese ha rimediato una lesione di primo grado del bicipite femorale destro.

NUOVI INFORTUNATI MILAN: LA SITUAZIONE DOPO IL LECCE

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate