Origi non ha convinto, la Turchia lo chiama: 3 club interessati

I più letti

Piero Mantegazza
Nato il 21-11-2000. Laureando in Economia e gestione dei beni culturali e dello spettacolo all'Università Cattolica del sacro cuore di Milano. Redattore di Radio Rossonera, innamorato del Milan e dello sport in generale.

Divock Origi non ha convinto in questa stagione e le strade con il Milan potrebbero separarsi: sirene dalla Turchia.

Maldini quest’estate ha deciso di chiamare l’idolo della Cop, Origi però non ha rispettato le attese, troppo poco per un attaccante capace di far gol in finale di Champions League. Il belga ha firmato un contratto fino al 2026 e percepisce circa 4 milioni netti a stagione, tuttavia la storia d’amore con il Milan potrebbe interrompersi anzitempo.

ULTIME NOTIZIE MILAN – GIROUD: “AVREI FIRMATO PER SCUDETTO E SEMIFINALE DI CHAMPIONS”

Origi non si è ambientato a Milanello e i tifosi non sono soddisfatti del suo operato, appena 2 gol in Serie A quest’anno e nessuno dei due pesante. Secondo quanto riporta Daniele Longo di Calciomercato.com, il Milan è pronto a prendere in considerazione le offerte che arriveranno, una pista calda è quella della Turchia, con ben 3 club che osservano con attenzione.

La società sta facendo le sue valutazioni: concedere un altro anno ad Origi per sbloccarsi? I rossoneri hanno bisogno di una punta prolifica per crescere e il belga al momento non risponde a queste caratteristiche. Nelle ultime ore sono arrivati i primi sondaggi da parte di Besiktas, Fenerbahce ed Alaynaspor. 

Si attendono ulteriori sviluppi: Origi è in bilico e la Turchia potrebbe essere la sua prossima casa.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate