Ordine, ultimatum a Pioli: “Punterei l’orologio a martedì notte”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Panchina in bilico per Stefano Pioli, Franco Ordine fissa una “data di scadenza” a Pioli: ecco la previsione del giornalista

Il Milan non sta vivendo un buon momento, in campionato l’ultima vittoria risale al 7 ottobre contro il Genoa. Per Franco Ordine, Stefano Pioli è a rischio e potrebbe pagare per questo periodo senza risultati. Il giornalista ha provato a tracciare un percorso al tecnico rossonero: decisive saranno le sfide contro la Fiorentina e contro il Borussia Dortmund. Ordine avverte Pioli, nel caso in cui non dovessero arrivare buoni risultati potrebbe esserci la clamorosa svolta.

MARIANELLA: “IL MILAN DEVE DIRE SOLO GRAZIE A PIOLI! ALLA FIORENTINA MANCA UNA VITTORIA PESANTE”

Pioli ad alto rischio: il pensiero di Ordine

Franco Ordine è intervenuto a “Tutti convocati” su Radio 24. Il giornalista ha parlato del tema caldo in casa Milan: la questione allenatore. I tifosi rossoneri si sono espressi in coro chiedendo un cambio di guida tecnica, tuttavia la società ha manifestato piena fiducia a Pioli e al suo staff. La fiducia non sarà però infinita ed è necessario un cambio di marcia al più presto, già da questa sera contro la Fiorentina a San Siro.

“Pioli ha riconosciuto una responsabilità sugli infortuni e che nelle prime 8 partite con la rosa al completo era in testa, ora non vince da 4 partite. Si è innervosito quando si è detto che queste partite decidono il suo destino sulla panchina del Milan. Io punterei l’orologio su martedì notte, vero che la Fiorentina potrebbe tener fuori il Milan dalle prime 4, ma poi il termine decisivo è il Borussia Dortmund. Se non lo batte, mercoledì prepariamoci al cambio di allenatore”. 

Un’altra posizione

Sul tema si è espresso anche il giornalista di calciomercato.com, Daniele Longo:

“Durante la sosta Stefano Pioli ha incassato la fiducia di proprietà e dirigenza nonostante le ultime prestazioni deludenti in campionato”. Ed è proprio per questo che, comunque, “lo stato maggiore rossonero è convinto che il tecnico emiliano abbia ancora lo spogliatoio dalla sua parte, motivo per il quale non sarebbe produttivo un cambio a stagione in corso”.

Queste sfide però saranno cruciali: “Tradotto in parole povere: un Diavolo fuori dallo scudetto o dalla Champions League a novembre pregiudicherebbe il futuro del suo allenatore. “Perché se da un lato oggi le alternative non sembrano all’altezza della situazione, dall’altro c’è sempre lo scenario relativo alla prossima stagione con un’estate intera per programmare. Ecco perché Pioli ora deve tirare fuori quel qualcosa in più per rendere questo Milan non solo incerottato ma anche vincente già a partire dalla sfida di domani sera contro la formazione allenata da Italiano”.

ZIRKZEE TRA MILAN E NAPOLI, PRONTA L’ASTA: ECCO IL RUOLO DEL BAYERN

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate