ESCLUSIVA – Franco Ordine: “Ieri un buon Milan ma il limite sulla trequarti resta. Rebic? Senza il suo recupero il Milan farà molta, troppa fatica”

In esclusiva ai microfoni di Radio Rossonera è intervenuto durante il Talk il noto giornalista Franco Ordine. Tanti gli argomenti discussi dal derby di ieri alle scelte in vista di Napoli. Da Kessie alla crisi di Rebic.

Dopo un po’ di partite non belle, che Milan hai visto ieri: “Ho visto un Milan diverso nella fase di costruzione di gioco, nella fase di difesa, ancora molto impreciso e poco lucido sulla trequarti quando si tratta di concludere l’azione. Quello credo che rimanga ancora il limite in questo momento complessivo del Milan di questa stagione”.

In generale non ti è piaciuta molto: “Leggo critiche eccessive sulla qualità complessiva. Sulla qualità complessiva si, è stato meno spettacolare, meno avvincente, meno emozionante ma non è stato brutto da buttare via. Onestamente no, io ho visto del calcio discreto. Il problema qual’è? Gli errori? Ci sono gli errori ma con il passare dei mesi, con l’avanzare della stanchezza è evidente che gli errori si moltiplicano e tutto questo che è a discapito della purezza stilistica della partita”.

La prestazione di ieri di Kessie e la sua partenza in estate: “Che ormai sia fuori dal Milan mi sembra evidente, basta sentire la frase di Paolo Maldini di ieri sera per capire che, essendo intervenuta la fine delle trasmissioni tra Atangana e il Milan, è evidente che c’è da registrare solo e soltanto il momento in cui Kessie raggiungerà un vero accordo. Quello che capisco è che c’è un gradimento da parte del Barcellona però non siamo ancora agli impegni scritti. C’è un gradimento di fondo, probabilmente c’è una disponibilità a discutere del contratto, li però c’è in ballo anche la commissione del  suo procuratore che non sarà di poco conto”.

Leggi QUI – Dalla Germania un nuovo nome per il centrocampo

Un commento sulle parole di Inzaghi rispetto a quello che ha lasciato nella testa dell’Inter il derby di ritorno: “Il derby di ritorno per loro è stato una sorta di sparti acque perchè da una parte il Milan, da uscire fuori dai giochi è rientrato e dall’altra parte per loro è cominciato un po’ di salita. E quindi, da questo punto di vista, è chiaro che rappresenta per loro un punto di riferimento. Io devo dire molto francamente che l’Inter fino a ieri sera, non mi destava preoccupazioni nel senso che, è vero che non faceva gol ma perchè ne sbagliava tanti davanti alla porta in condizioni in cui, perfino un bambino di una scuola calcio avrebbe fatto gol. Questo vuol dire che ieri per la prima volta non li ho mai visti concludere a rete perchè gli unici due pericoli sono arrivati su due cross, nel primo tempo quello di Perisic su cui Romagnoli fa una difesa di testa straordinaria e quella nel secondo tempo di Dumfries su cui interviene Kalulu anticipando Dzeko. qunidi secondo me, ieri ho visto una squadra, anche dal punto di vista fisica, un po’ in difficoltà”.

Cosa sta succedendo ad Ante Rebic: “Se il Milan non recupera il miglior Rebic possibile che è stato tra l’altro decisivo nella prima parte, penso alla partita di Roma o alla partita di Torino contro la Juventus, il Milan farà ancora troppa fatica e molta fatica. E questo secondo me è un danno notevolissimo”.

Se andresti a ritoccare la trequarti a Napoli: “Per come sta Bennacer per come sta giocando, Tonali rientra. Non toglierei Kessie da schierare secondo me, ancora una volta come falso trequartista”

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Tutti convocati

Radio rossonera live

torna al live

La radio 24/7 dedicata al Milan