Okafor su ruolo e concorrenza al Milan: “Non sono preoccupato”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Noah Okafor si mette alla prova senza paure: la consapevolezza dei propri mezzi e la pazienza per la tanta concorrenza trovata al Milan

Fino a questo momento Noah Okafor non si è ritagliato troppo spazio al Milan. Lo svizzero arrivato in estate dal Salisburgo in stagione ha messo insieme solamente 580′ in tutte le competizioni, praticamente 6 partite e mezza. Eppure, le sue qualità le ha messe in mostra anche grazie ai 4 gol e 1 assist totalizzati. Come ha confessato in una lunga intervista a Transfermarkt, la concorrenza non lo spaventa e la pazienza è una sua virtù.

Parlando di ruolo, inevitabile per lui non toccare il tema Leao:

“Rafa mi ha aiutato tanto a integrarmi. Abbiamo caratteri simili, condividiamo le stesse idee, in campo e fuori. Amiamo scherzare e siamo anche giocatori simili per caratteristiche”.

Sul terreno di gioco, infatti, il posto è uno per due…

“Non mi crea preoccupazione questa cosa. Ero consapevole che non sarei stato una prima scelta quando sono arrivato, e anche che avrei dovuto pazientare per avere la mia occasione. Io devo farmi trovare pronto, meritarmi il posto e così diventare titolare. Si possono fare progressi anche in breve tempo”.

Infine, sul ruolo:

“Mi sento un’ala sinistra ma lì c’è Rafael e devo aver pazienza, ma mi vedo bene anche come seconda punta”.

Ultime news

Notizie correlate