Il CT della Svizzera attacca il Milan: “Okafor? Scarso minutaggio non ottimale”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Il CT della Svizzera Murat Yakin non nasconde il suo disappunto per l’utilizzo di Okafor dopo il passaggio dal Salisburgo al Milan

Murat Yakin non si nasconde. Il Commissario Tecnico della nazionale svizzera ha fatto trapelare con alcune dichiarazioni un certo malcontento per il trasferimento di Noah Okafor, perno centrale della nazionale elvetica, al Milan. In stagione, infatti, l’attaccante rossonero ha totalizzato sì 36 presenze tra tutte le competizioni, ma per una minutaggio totale di soli 1003 minuti, dato che è spesso subentrato a gara in corsa. Murat Yakin ha criticato il suo scarso impiego in alcune dichiarazioni riprotate dal Corriere del Ticino.

“Ogni cambiamento comporta dei rischi”

Ogni cambiamento comporta anche dei grandi rischi, raramente è titolare con il suo club. Soprattutto per un attaccante, è importante giocare e il suo scarso minutaggio non è certamente ottimale. Il suo ruolo? Non lo vedo molto come un numero 9 che deve giocare spalle alla porta. Dà il suo meglio quando parte dall’esterno e si accentra, la sua velocità viene esaltata quando ha spazio davanti a sé. Al momento gli manca un po’ il timing nei movimenti, alcuni meccanismi vanno oliati“.

Ultime news

Notizie correlate