Nuovo stadio, Milan e Inter in coro: 2 richieste a Sala per San Siro

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Per abbandonare l’idea nuovo stadio e puntare su San Siro, Milan e Inter porteranno due richieste precise al sindaco Giuseppe Sala

Giornata importante sul fronte nuovo stadio per il Milan: oggi è il giorno dell’ennesimo incontro su San Siro al Comune di Milano tra il sindaco Giuseppe Sala e i club, Inter compreso. Sul tavolo, chiaramente, il futuro delle due squadre al Giuseppe Meazza, obiettivo ormai più e più volte dichiarato dal primo cittadino milanese. Dopo che sul tavolo è arrivata l’idea di WeBuild e che l’idea della ristrutturazione dell’impianto sta prendendo sempre più piede, i due club calcistici più importanti della città hanno intenzione di portare richieste chiare a Palazzo Marino. Sullo sfondo, più sfondo per l’Inter (che ha una prelazione) che per il Milan (che ha comprato i terreni) incombe la possibilità di costruire nuovo stadio a San Donato Milanese

La posizione dei club

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, c’è uno e un solo paletto che Milan e Inter mettono davanti al sindaco Sala sull’eventuale ristrutturazione di San Siro: la possibilità di giocare durante i lavori.

NUOVO STADIO MILAN, SOPRALLUOGO SAN SIRO E TELEFONATA CON L’INTER: CHE SUCCEDE?

Il motivo è chiaramente legato ai ricavi da stadio, troppo importanti sia per una che per l’altra società. Anche se WeBuild ha sostenuto questo tipo di soluzione, Scaroni e Antonello hanno bisogno di garanzie.

La novità però è un’altra. Per il quotidiano, Milan e Inter chiederanno direttamente al sindaco e al Comune di Milano di farsi carico dei lavori di ristrutturazione, visto e considerato che il proprietario di San Siro è nell’effettivo il Comune e che le due squadre lo affittano pagando una cifra non propriamente irrisoria ogni anno. Il punto della discordia, in un futuro probabilmente molto prossimo, potrebbe essere proprio questo: anche se ancora il piano di ristrutturazione di San Siro non è stato quantificato a livello economico, le possibilità che il Comune di Milano si faccia carico della spesa (che non sarà sicuramente leggera) non sembrerebbero molte.

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate