Il Milan accelera sul nuovo stadio, Scaroni scrive a Fontana: la richiesta

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

In attesa dell’accordo di programma tra il Comune e la Regione, il Milan conferma la volontà sul nuovo stadio

Il Milan va deciso sull’opzione San Donato Milanese per il suo nuovo stadio di proprietà. Il Giorno nell’edizione odierna ha aggiornato sul processo interno alle istituzioni che dovrà portare all’accordo di programma per ottenere il via libera all’edificazione della nuova infrastruttura polifunzionale. Intanto, la società rossonera attraverso il presidente Paolo Scaroni, che ha la delega al nuovo stadio, si sta mobilitando per chiedere rapidità ai vari enti pubblici coinvolti. L’ipotesi ristrutturazione di San Siro si allontana.

Non solo lo stadio sarà edificato nell’area

L’area San Francesco di San Donato Milanese è quella individuata e su cui il Milan punta forte per costruire il proprio nuovo stadio. Dopo il parere positivo del Comune alla costruzione del nuovo impianto confermato dalle delibere a favore e dal respingimento da parte della maggioranza in Consiglio di quelle contrarie allo stadio. Adesso, il sindaco Squeri sta per chiedere al governatore della regione Lombardia Attilio Fontana la promozione di un accordo di programma per lo stadio e i progetti ancillari: lo store e il museo del Milan, gli hotel, i ristoranti e la nuova sede.

Il pressing di Scaroni per il nuovo stadio del Milan

Secondo Il Giorno, sarebbe intervenuto direttamente il presidente Scaroni con una lettera allo stesso Fontana per chiedere rapidità nei processi confermando il forte intendimento per l’investimento in quell’area alle porte della città di Milano. In attesa del piano approfondito di We Build per la ristrutturazione di San Siro, diventa sempre più remota l’ipotesi di un nuovo San Siro.

Ultime news

Notizie correlate