“San Donato? Milan, rifletti”: nuovo stadio, l’assessore e la linea del Comune

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Il Comune di Milano continua sulla linea della battaglia al nuovo stadio del Milan: l’assessore Tancredi lancia l’idea per il futuro di San Siro

Il tema nuovo stadio per Milan e Inter torna ad occupare parte della cronaca dei club milanesi durante la sosta delle Nazionali. Mentre il progetto RedBird per il nuovo impianto a San Donato Milanese continua in maniera abbastanza spedita, il Comune di Milano non molla la presa sulla questione San Siro, impianto ipoteticamente abbandonato sia dai rossoneri che dai nerazzurri. A prendere parola è stato questa volta Giancarlo Tancredi, assessore comunale alla Rigenerazione urbana. In un’intervista rilasciata a Il Giorno (Milano), l’assessore ha parlato del futuro di San Siro, ribadendo ancora una volta la linea del Comune per la quale l’idea di Milan e Inter di costruire un nuovo stadio fuori città è inopportuna.

“Riflettete”

In attesa della decisione sul ricorso al Tar della Lombardia sul vincolo imposto su San Siro dalla Sovrintendenza, l’assessore Tancredi ha parlato così dell’impianto e del nuovo stadio del Milan:

NUOVO STADIO MILAN, SALA ALL’ATTACCO: “INVITO A RIPENSARCI”

SAN SIRO: «Il vincolo complica molto la situazione, perché ci sarebbero due grandi stadi nella stessa area. Ma molto dipende da cosa si potrà fare nel Meazza in caso di vincolo. Potremmo fare un concorso di idee perché lo stadio è patrimonio di tutti. Certo, è una struttura di una dimensione tale che non è che tutte le funzioni possono andare bene ed è un’investimento molto impegnativo. Sarebbe molto difficile riutilizzarlo e questo diventerebbe un danno per il Comune. Per questo motivo abbiamo deciso di fare ricorso al Tar. La posizione del Comune non è mai cambiata. Noi pensiamo che quella di San Siro sia un’area ideale per realizzare un nuovo stadio, in linea con gli standard contemporanei».

MILAN, INTER, SAN DONATO E ROZZANO: «Le due aree, pur vicine a Milano, non hanno caratteristiche migliori rispetto all’area di San Siro, anzi, dal punto di vista urbanistico e di accessibilità quelle due aree presentano molti problemi. Quindi chiediamo alle squadre una riflessione: se veramente quella di realizzare i nuovi stadi in aree esterne a Milano sia la strada giusta oppure se non sia più opportuno fare un’ulteriore riflessione sull’area di San Siro. Sul referendum? La decisione dei garanti arriverà a breve».

“SPAZIO SUFFICIENTE MA C’E’ UNA CRITICITA’!”: L’ARCHITETTO ILLUSTRA VANTAGGI E SVANTAGGI DEL NUOVO STADIO DEL MILAN

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate