Milan, referendum anti nuovo stadio? Ecco cosa potrebbe succedere

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Mentre continua il percorso burocratico del progetto nuovo stadio per il Milan, i cittadini di San Donato chiedono di poter dire la loro

L’ultima novità nel percorso che porterà tra qualche anno alla nascita del nuovo stadio del Milan a San Donato Milanese è legata ad un referendum consultivo che i cittadini del comune dell’hinterland milanese hanno richiesto al sindaco. L’obiettivo del Comitato No Stadio è quello di sottoporre a tutti i cittadini di San Donato la questione del gradimento alla possibile nascita del nuovo stadio del Milan nel comune. Intanto, il percorso amministrativo e burocratico continua negli step prefissati. Andiamo nel dettaglio.

Referendum contro il nuovo stadio del Milan?

Il Comitato No Stadio, secondo quanto riportato da Tuttosport, ha portato nelle ultime ore al Comune di San Donato Milanese la richiesta per un referendum consultivo (un referendum meno vincolante col quale il cittadino è chiamato ad esprimere un parere su una questione x), con il chiaro obiettivo di ostacolare il progetto che porterebbe il nuovo stadio del Milan a sorgere nel comune dell’hinterland milanese. Attaccandosi soprattutto alle questioni legate alla viabilità (trasporti pubblici, mobilità, parcheggi e tutto il resto), il comitato ha presentato 120 firme al sindaco Francesco Squeri per portare il referendum a tutti gli abitanti di San Donato Milanese. Il quotidiano riporta anche le parole di Innocente Curci, uno dei referendum del Comitato No Stadio, il quale sostiene che “è giusto che la popolazione possa esprimersi, tra i sottoscrittori della proposta referendaria vi sono anche cittadini e cittadine che non hanno ancora maturato una posizione netta, a favore o meno, sullo stadio: hanno bisogno di conoscere a fondo tutti i dati, i documenti e le opinioni“.

NUOVO STADIO MILAN, CONFERMATI I NUMERI DI CAPIENZA E NON SOLO: LA POSSIBILE DATA DELLA PRIMA UFFICIALE

Il percorso continua

Nonostante i possibili rallentamenti, il progetto del nuovo stadio del Milan a San Donato Milanese prosegue con i seguenti step:

  • Il 6 febbraio sono stati coinvolti tutti i membri del Consiglio Comunale, che saranno informati sui futuri passaggi procedurali previsti dalla normativa.
  • Lo stesso giorno, Squeri ha ripreso il dialogo con i Primi Cittadini del Sud Milano, facendo seguito alla riunione avvenuta lo scorso 8 novembre per analizzare l’impatto dell’opera sul territorio metropolitano
  • Martedì 13 febbraio ci sarà un incontro serale (alle 20.30) tra l’Amministrazione e i cittadini, con lo scopo di aggiornarli circa lo stato dell’arte del percorso amministrativo
  • Nella seconda metà di febbraio, si legge nel comunicato, sono in programma una nuova Conferenza dei capigruppo, una riunione della Commissione “Gestione Territorio” e una seduta del Consiglio Comunale. Nel corso di quest’ultima, l’assemblea cittadina sarà chiamata a prendere atto dell’avvio di un Accordo di Programma di competenza regionale che avrà una durata di circa 18 mesi

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate