Nuovo stadio Milan e Inter, “Zhang in difficoltà”: A. Giudice spiega perché

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Mentre il progetto del Milan per il nuovo stadio avanza, l’Inter sta affrontando difficoltà legate alla situazione economica di Steven Zhang

Continua a far parlare di sé il tema legato al futuro di Milan e Inter, tra la possibile ristrutturazione di San Siro e i progetti per un nuovo stadio fuori Milano, a San Donato per i rossoneri e a Rozzano per i nerazzurri. La novità che arriva questa mattina riguarda l’Inter: mentre il Milan prosegue dritto sul progetto nuovo stadio con l’acquisto di altri terreni nella zona di San Donato, i nerazzurri stanno affrontando difficoltà legate al futuro della proprietà di Steven Zhang. A spiegarlo è stato l’esperto Alessandro Giudice.

Possibilità “assai remota”

Per il giornalista, “il progetto stadio, per essere portato avanti, richiede risorse che Zhang non sembra più in grado di apportare“. Nell’approfondimento sulle colonne del Corriere dello Sport, Giudice ha analizzato il momento dell’Inter a livello economico spiegando come l’ipotesi che la famiglia Zhang riesca a tenersi l’Inter sia “assai remota. I cinesi, “un gruppo assai disastrato, ormai legato in Cina ad attività economiche piuttosto fallimentaridevono rimborsare il prestito di 400 milioni al fondo Oaktree e “se pure Oaktree accettasse di allungare il prestito, il debito finirebbe per lievitare” a causa dell’aumento del tasso di interesse.

Ultime news

Notizie correlate