Nuovo stadio Milan, i dettagli nell’accordo con la Regione: un’area viva

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Il quotidiano Il Giorno ha svelato alcuni dettagli dell’accordo di programma tra Regione Lombardia e San Donato per il nuovo stadio del Milan

Come anticipato ieri dalla Gazzetta dello Sport, l’accordo di programma per il nuovo stadio del Milan a San Donato Milanese verrà approvato settimana prossima dalla Regione Lombardia dopo essere stato portato nella giornata di ieri sul tavolo della Giunta regionale. In un focus sul progetto passato al vaglio della Regione, il quotidiano Il Giorno ha dato qualche aggiornamento su come verrà utilizzata la zona dell’Area San Francesco per il nuovo stadio del Milan.

Intervento, capienza e un’area viva

Stando a quanto riportato dal quotidiano, l’intervento coinvolgerebbe un’area di circa 500mila metri quadrati (486,623 per l’esattezza) e la portata economica per l’investimento tra l’area e un impianto da 70mila persone potrebbe aggirarsi intorno agli 1,3 miliardi di euro. Come già confermato nelle ultime settimane, l’area vedrà oltre allo stadio una nuova sede del club, un museo e ovviamente uno store, tutto inserito in un distretto commerciale e di intrattenimento che punta ad essere vivo non solo nei giorni in cui sono in calendario manifestazioni sportive o concerti. Il Giorno ha parlato anche dell’idea della costruzione di un “borgo rurale” nell’accordo di programma, per connettersi al Parco Agricolo Sud “con implementazione di un’attenta selezione di specie e colture locali per preservare l’ecosistema del parco e la biodiversità“.

Ultime news

Notizie correlate