Nuovo allenatore Milan, c’è l’identikit: 4 requisiti fondamentali

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Chi sarà il nuovo allenatore del Milan dopo Stefano Pioli? Se non c’è un favorito, spunta l’identikit

Si è parlato tanto, soprattutto in questi ultimi giorni post eliminazione contro la Roma, del possibile nuovo allenatore del Milan. Stefano Pioli sembra ormai a un passo dall’addio a prescindere dall’esito del derby di domani sera contro l’Inter, e allora è partita la caccia al nome. Questa volta, però, trattiamo solamente il tema dei requisiti chiave che dovrà avere il candidato.

Il candidato ideale

Calciomercato.com, a firma Daniele Longo, fa sapere che il club rossonero ha in mente di sondare e approfondire i contatti con allenatori ai quali appartengono queste caratteristiche fondamentali:

  1. Grande dimestichezza con i giovani.
  2. Proposta di calcio offensiva.
  3. Un minimo di appeal.
  4. Fattore tattico: si preferisce il mantenimento del modulo con due esterni e un attaccante (con o senza trequartista a supporto).

Insomma, 4 “must have” che il Milan chiederà per la panchina della stagione prossima e al quale il nuovo allenatore dovrà far fronte. Oggi, scrive Longo, un favorito non c’è. Ma l’identikit è un buon indicatore.

Ultime news

Notizie correlate