Nuova Champions League, i premi valgono 2,4 miliardi: tutti i criteri

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Al via nel 2024-25 la nuova Champions League, con un format rivoluzionato: cambiano anche i premi e i criteri di assegnazione

Qualificarsi alla prossima Champions è più importante che mai per il Milan e per tutti gli altri club europei. Saranno oltre 2,4 i miliardi di euro messi in palio dalla UEFA alle 36 squadre che prenderanno parte alla nuova Champions League, che esordirà nella prossima stagione. Il portale Calcio e Finanza ha fatto chiarezza sui criteri di assegnazione dei premi alle società. Questi 2,4 miliardi saranno divisi in tre grandi sottogruppi: 670 milioni alle quote di partenza, 914 milioni per i bonus di rendimento (risultati e passaggi dei turni) e i restanti 853 milioni saranno assegnati tramite il nuovo pilastro “value”, che racchiude market pool e ranking storico. Ogni club che si qualificherà per la fase “campionato” riceverà 18,62 milioni di euro.

Quanto valgono i risultati?

Per ogni vittoria, il club riceverà 2,1 milioni. 700.000 euro, invece, per il pareggio. Anche la classifica finale della prima fase varrà un premio: da circa 275.000 euro all’ultima classificata fino a 9,9 milioni per la capolista. In più le prime otto (direttamente qualificate agli ottavi) riceveranno due milioni in più, mentre i club dal nono al sedicesimo posto (qulificate agli spareggi) avranno diritto ad un’ulteriore milione. Vi sono poi i guadagni per i singoli passaggi del turno, riportati qui di seguito.

  • qualificazione agli spareggi: 1 milione di euro a società;
  • qualificazione agli ottavi di finale: 11 milioni di euro a società;
  • qualificazione ai quarti di finale: 12,5 milioni di euro a società;
  • qualificazione alle semifinali: 15 milioni di euro a società;
  • qualificazione alla finale: 18,5 milioni di euro a società;
  • vittoria in finale: 6,5 milioni.

Il pilastro “value”

La restante parte del denaro sarà assegnata sulla base del valore di mercato del paese e sui coefficienti individuali dei club. Gli importi assegnati saranno proporzionali all’esito effettivo delle vendite dei diritti televisivi per quella competizione.

Ultime news

Notizie correlate