Arbitro bandierina

Il maxi-recupero arriva in Serie A: verso il tempo effettivo?

0 cuori rossoneri

Secondo quanto riportato questa mattina in edicola dalla Gazzetta dello Sport, la Serie A sta per aprirsi ai cambiamenti per quanto riguarda il tempo di gioco. La vecchia battaglia di Stefano Pioli sembra aver trovato finalmente degli interlocutori istituzionali: in Serie A 2018-19 media di durata di una gara 55’09”; nella stagione 2019-20 si è passati a 55’19”; nel 20-21 a 56’60”; nel 2020-21 a 54’47”; quest’anno, nelle prime 15 partite, si è abbassato ulteriormente a 54’netti. L’impressione, per la rosea, è quella che dal giorno della ripresa del campionato, programmata per il 4 gennaio, Qatar 2022 con le sue partite dilatate e i suoi recuperi maxi diventerà la linea guida anche per la Serie A.

LEGGI QUI ANCHE   -ZAZZARONI ATTACCA MESSI: “E’ UN CAMPIONE, NON UN LEADER”-

Tre giorni fa, Collina ha parlato in questi termini sui tempi di recupero di Qatar 2022: “Abbiamo raccomandato ai nostri arbitri di essere molto precisi nel calcolare il tempo da aggiungere alla fine di ogni tempo per compensare il tempo perso a causa di uno specifico tipo di incidente. Quello che vogliamo evitare è che una partita duri 42, 43, 44, 45 minuti di gioco attivo. Questo è inaccettabile. Immaginiamo che in un tempo ci siano 2 o 3 gol segnati, quindi è facile perdere 3, 4, 5 minuti solo per i festeggiamenti. E questo tempo va compensato alla fine“.

LEGGI QUI ANCHE   -BAGGIO: “SACCHI HA RESO TUTTO DIFFICILE! TORNARE? NON SONO PORTATO…”-

Poco tempo fa, lo stesso Collina aveva anticipato la questione in una intervista a Calciatori Brutti: “All’Ifab ne stiamo parlando, ovvero se non valga la pena che tutte le partite abbiano la stessa durata. Se guardiamo le statistiche si nota che ci sono squadre che giocano 52’, altre che ne giocano 43 e altre ancora 58. Se sommi tutti questi tempi in un campionato la differenza diventa grande. Un’altra cosa su cui fare una riflessione è: io spettatore pago un biglietto, allo stadio fisicamente o a casa, per vedere 90’ di calcio ma ne vedo di giocato 44, 45, 46… Oggi quello che viene accettato come tempo effettivo di gioco buono è intorno all’ora di gioco, sui 60 minuti. È il discrimine tra partite che durano un po’ poco e altre che durano anche 66-67-68 minuti. Dipende anche dai calciatori. Se andiamo ad essere un po’ precisi dovremo prepararci ad avere un tempo di recupero sui 9 minuti: oggi 9’ è una roba che fa strabuzzare gli occhi, ma concedi a chi vuole vedere spettacolo la possibilità di vederne un pochettino di più“.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Arbitro bandierina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Radio Rossonera Live

live