Sarri: “Arbitraggio a senso unico!” Ma la moviola di Lazio-Milan dice altro

0 cuori rossoneri

I quotidiani hanno analizzato gli episodi dubbi di Lazio-Milan di ieri sera: il mani di Luis Alberto era rigore?

Nella conferenza stampa post-partita, l’allenatore della Lazio Maurizio Sarri si è scagliato contro l’operato di Guida: “L’arbitraggio penso che lo abbiate visto tutti. Io ovviamente sono di parte, ma la sensazione che stesse fischiando a senso unico ce l’ho avuta in più occasioni“. Vediamo se effettivamente l’allenatore italiano ha ragione o meno.

Gazzetta dello Sport6 a Guida: “Resta la perplessità per quel ‘lasciar correre’ dopo il tocco di avambraccio di Luis Alberto, ma per il resto la conduzione è chiara e in controllo, anche considerando una gara non facile. Le ammonizioni hanno una logica (tranne quella mancata a Kessié dopo la gomitata a Savic), non cade nel trabocchetto di Zaccagni che cade in area di rigore“.

L’ammonizione di Strakosha, che prende la palla con le mani fuori area dopo 8 minuti, è corretta: non era una “chiara occasione da gol”. Per la rosea, forti dubbi sul tocco di mano di Luis Alberto: “la distanza ravvicinata porta Guida a lasciar correre e il VAR a rispettare la scelta del campo, ma il braccio del laziale è largo e lascia dubbi“.

Leggi QUI anche “Bufera Acerbi, i tifosi lo attaccano! Il duro sfogo dell’ex sui social”

Guida è da 6 anche per Tuttosport: “Un paio di episodi dubbi decisi con grande freddezza“.

Stesso voto per l’attento Corriere dello Sport: “Partita di grandissima difficoltà per Guida, al netto di un dubbio (Strakosha, inutile girarci attorno) se la cava bene, a nostro avviso fa bene a giudicare non punibile il braccio di Luis Alberto. I suoi numeri: 28 falli fischiati e ben 7 cartellini gialli (ma ammonire Ibra senza neanche guardarlo non è una bella scena), alcuni necessari per tenere sotto controllo il match“.

Il quotidiano romano analizza l’episodio del mani di Strakosha fuori area: “Che fosse una decisione da ponderare, e bene, lo si è capito dal passo flemmatico di Guida verso la zona delle operazioni: secondi preziosi per capire anche qualche input (assistenti, quarto, VAR). Strakosha rinvia il pallone che sbatte sul volto di Messias a oltre due metri da lui per poi ritornargli. D’istinto, il portiere tocca la palla con le mani non in maniera fraudolenta. Il problema è che siamo fuori area: giallo o rosso? Guida opta per il giallo, non del tutto sbagliato: il possesso è di Strakosha (avesse stoppato e rinviato?), paramentro fondamentale per identificare il DOGSO. In caso di rosso? Anche qui il cartellino si sarebbe portato dietro polemiche, però con il portiere fuori dalla porta e nessun difendente, anche la possibilità di avere il possesso diventa derimente.

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

 

photocredits: acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live