Rosario D'Onofrio AIA

Arrestato il procuratore capo dell’AIA in una maxi operazione droga

0 cuori rossoneri

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, nell’ambito della maxi operazione droga condotta dalla Guardia di Finanzia (DDA) dal 2019 al 2021 il procuratore capo dell’AIA (Associazione Italiana Arbitri) ed ex ufficiale dell’esercito Rosario D’Onofrio (“Rambo” per gli amici) è stato arrestato insieme ad altre 41 persone. In due anni, la banda avrebbe introdotto in Lombardia oltre 6 tonnellate di marijuana e hashish.

LEGGI QUI ANCHE   -MILAN, I RINNOVI DI CONTRATTO TI COSTANO 200 MILIONI! ECCO PERCHE’ LA CIFRA NON SPAVENTA-

D’Onofrio, secondo i PM, era uno degli uomini chiave nella logistica delle operazioni: per evitare di essere fermato durante i diversi lockdown e coprifuochi negli ultimi anni, D’Onofrio si era spinto fino a farsi prestare una tuta militare da un collega sospeso per motivi disciplinari. Oltre a quello, D’Onofrio (scrive Sportface) fungeva anche da uomo addetto ai pestaggi.

LEGGI QUI ANCHE   -BENTANCUR: “ECCO IL SEGRETO DEL TOTTENHAM! E SUL MILAN…”-

I vertici dell’AIA, continua la rosea, hanno appreso con stupore e sgomento la notizia: già oggi il presidente Trentalange annuncerà le dimissioni di D’Onofrio senza entrare nel merito delle motivazioni. “Rambo” era stato scelto col nuovo corso di gestione e già lo scorso ottobre era stato deferito dalla Procura FIGC per la mancata apertura di un formale procedimento disciplinare dopo il caso Avalos.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Rosario D'Onofrio AIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Radio Rossonera Live

live

EnglishGermanItalianSpanish