Pioli in conferenza: “È la stagione della consapevolezza. Ibra prima della partita ha detto che per entrare nella storia abbiamo tre partite!”

0 cuori rossoneri

Le parole di Stefano Pioli nella conferenza post gara contro il Verona. Queste le sue parole dopo un successo fondamentale per la corsa scudetto. Prime parole sulla forza di questa squadra:

“La squadra ci crede, perché sa di stare bene in campo. Siamo andati sotto quando non doveva succedere perché avevamo iniziato, nei primi 20/25 minuti, avevamo iniziato con grande qualità. Siamo arrivati a queste partite così delicate con esperienze passate che ci hanno aiutato tanto, facendoci capire che le partite sono lunghe e bisogna starci dentro con idee e spirito. E credere fino alla fine nel proprio modo di giocare. I ragazzi sono veramente forti però c’è soddisfazione. Era un’altra partita difficile dopo Lazio e Fiorentina. Tutte partite di peso, ma i ragazzi le stanno affrontando nel migliore dei modi soprattutto lavorando bene per tutta la settimana”.

La posizione di Tonali, scelta che ha premiato:
“È il nostro modo di preparare le partite: studiamo bene gli avversari e cercare di sfruttare bene le nostre caratteristiche e il nostro modo di stare in campo. Di solito preferiamo offendere più con i terzini, oggi costruivamo solo con Kessie e Tonali ha avuto più possibilità d’inserimento. Quando si dice che ci vuole tempo per conoscere la squadra intendevo questo. Io ho avuto tempo di conoscere questi ragazzi. Con Tonali ho scoperto nuove caratteristiche che, ora, conosco meglio e cerco di sfruttarle”.

Da un punto di vista fisico, tattico, è il momento più bello della stagione?
“È la stagione della consapevolezza e di conferma delle nostre qualità. L’anno scorso abbiamo fatto un percorso importante ottenendo un risultato importante ma non eravamo pronosticati da nessuno per poter arrivare ancora più in alto. Questo è il momento dove stiamo portando a casa i frutti del nostro lavoro però il lavoro non è ancora finito. Adesso grande concentrazione per la partita di domenica”.

La crescita importante di due giocatori come Tonali e Leao:

“La crescita di giocatori giovani passa attraverso esperienze positive e negative. Se hai a disposizione ragazzi intelligenti e disponibili, approfittano di ogni situazione per crescere e dopo ti sbocciano. Poi c’è una cosa fondamentale, il talento. E Tonali e Leao ne hanno e poi hanno sempre dato disponibilità alla squadra, in me e nel lavoro. Mi auguro che continuino questo percorso per poter dire tra un po’ di tempo che Tonali è Tonali e che Leao è Leao”.

Finalmente sfatata la Fatal Verona:
“Sappiamo che non c’era un domani. C’era la partita di oggi e nemmeno un pre. Noi vogliamo scrivere la nostra storia. Ibrahimovic ha detto una cosa bellissima: – Del Milan tutti si ricordano chi ha vinto Scudetti e Champions League. Se vogliamo farci ricordare abbiamo tre partite -“.

Quanto è lunga questa settimana:

“Le settimane sono bellissime perchè ci mettiamo a lavorare con grande attenzione e concentrazione in un ambiente di grande serietà. Io non sto pensando a domenica”.

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live