“Nessuno sottovaluti il Milan campione”: l’opinione del giornalista

1 cuore rossonero

In un editoriale sulla Gazzetta dello Sport, l’esperto giornalista Alessandro Vocalelli mette in guardia gli addetti ai lavori sul Milan di Stefano Pioli.

“Imparare dagli errori dovrebbe essere scontato. Il campionato italiano, invece, sembra davvero intenzionato a perseverare; continuando – e la lezione dovrebbe essere bastata – a sottovalutare il Milan. Già, perché è incredibile e inspiegabile la leggerezza con cui, a differenza di altri club e altre squadre, si continua a raccontare il suo lavoro. Di un team, di un gruppo, che ha saputo andare oltre (anche sé stesso) immaginando un percorso che lo ha portato a conquistare un meritatissimo scudetto e, senza esagerazioni, a fissare nuove regole e paletti. Abbinando coraggio e competenza nelle scelte, dimostrando, a cominciare dalla vicenda Donnarumma, che si può uscire dai facili condizionamenti. Che spesso hanno alleggerito le coscienze, appesantendo però i bilanci: perché c’è una grande differenza tra fare le cose semplici, ed è un merito, senza rifugiarsi in quelle facili. Con il suo stile, il Milan ha dimostrato che si può uscire dall’esercizio, quasi scontato, di sovrapporre i soldi, che sono un elemento, alle idee. Ed è su questa strada, assolutamente originale, che il Milan sta continuando a viaggiare dopo aver vinto lo scudetto. Una strada di consapevolezza, che l’amichevole di ieri, con i cinque gol, ha solo parzialmente avvalorato. Perché non si può certo dare un’importanza capitale a un test di fine luglio, ma alcuni segnali sono lì a dar forza alle proprie convinzioni. Così Leao ha colto al volo l’occasione per dimostrare di non essere condizionato o frastornato dai tanti complimenti che hanno scandito la sua stagione favolosa.”

LEGGI QUI ANCHE   -DE KETELAERE VEDE SOLO ROSSONERO: RICHIESTE DI INGAGGIO ABBASSATE!-

“Così Tonali, al primo pallone, si è immediatamente acceso, con la passione del suo calcio. Così Adli ha fatto vedere a tutti perché può rappresentare l’esempio classico e accecante della competenza e della lungimiranza di cui dicevamo. Maldini e Massara lo hanno preso già da un anno, lasciandolo in prestito al Bordeaux per farlo crescere, e la sensazione è che il suo acquisto rappresenti un’altra spia di quanto siano importanti intuito e tempestività. Insieme a lui sono già sbarcati Origi, Pobega e sembra finalmente che stia per arrivare l’ora anche di De Ketelaere, su cui i dirigenti rossoneri sono arrivati in tempi non sospetti, garantendosi così la simpatia e l’appoggio del giocatore. Un talento cristallino, uno destinato a segnare anche la scena internazionale e che scatena già la fantasia ed i paragoni con colleghi illustri. C’è chi, sarà per la struttura o per il ciuffo, rivede in lui Kaka. Chi, forse ancora meglio, preferisce accostarlo a De Bruyne. Di sicuro un tuttocampista elegante e strutturato, per continuare quella politica dei giovani che, dicevamo anche di Adli, in pochi stanno percorrendo. Perché, senza farne una questione di merito, se l’Inter punta su Lukaku e Mkhitaryan, la Juve su Di Maria e Pogba, la Roma su Matic e Dybala, c’è invece un club, appunto il Milan, che intende colorare in altro modo il suo futuro. La concorrenza, ed i grandi nomi che abbiamo snocciolato sono lì a testimoniarlo, quest’anno sarà ancora più difficile da battere. Ma sottovalutare un’altra volta il Milan, come è stato colpevolmente fatto l’anno scorso, può essere davvero un grosso errore. Perché il Milan è e sarà più forte. Con una dirigenza illuminata, un top allenatore come Pioli, ed una squadra che è un perfetto mix tra esperienza e gioventù. Un gruppo di Campioni, che vuole seriamente andare a prendersi, e non parliamo di altri giocatori ma piuttosto di scudetti, la sua seconda stella.”

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

 

photocredits: acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live