Milan, altra svista 10 anni esatti dopo Muntari! I precedenti in stagione

0 cuori rossoneri

Il Milan non ha alibi per quanto riguarda la prestazione: anche ieri squadra spenta e senza idee. Ma l’arbitro ci ha (ancora) messo del suo.

La Gazzetta dello Sport torna sull’episodio del gol di Udogie di ieri sera, viziato da un tocco di braccio che avrebbe portato all’annullamento della rete: “Polemiche e forti dubbi sull’1-1 dell’Udinese. Udogie tocca la palla col braccio sinistro o la sfiora Romagnoli? Le immagini a disposizione lasciano la forte sensazione che sia il giocatore dei friulani a deviare con tocco irregolare il pallone in rete e che il difensore rossonero proprio non lo prenda. Il VAR Guida però non annulla.”

Nel post partita si è presentato ai microfoni per la prima volta anche Paolo Maldini, evidentemente stanco dell’ennesimo caso limite che riguarda i rossoneri. La rabbia del Milan si collega infatti soprattutto a due precedenti, entrambi a San Siro ed entrambi con sconfitta.

-Leggi QUI anche “Milan-Udinese, le pagelle sui giornali”-

Il primo è quello del 19 dicembre scorso, quando il Milan perde il big match contro il Napoli di Spalletti: nei minuti finali viene annullata una rete di Kessié per un fuorigioco considerato attivo di Olivier Giroud sdraiato a terra.

Il secondo è invece ovviamente quello con lo Spezia: poco prima della beffa firmata Gyasi, l’arbitro Serra “annulla” un gol ai rossoneri fischiando fallo su Rebic e non concedendo il vantaggio a Junior Messias.

Il primo avrebbe evitato una sconfitta (contro una super rivale), il secondo avrebbe invece portato i 3 punti al Milan ed il terzo, quello di oggi, ne avrebbe portati (forse) altrettanti. Ballano 6 punti: cominciano ad essere tanti.

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

photocredits: acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live