Invasione croata a Milano: cosa è successo nella giornata di ieri?

0 cuori rossoneri

Che il pomeriggio di Milano sarebbe stato da tenere sotto controllo lo si era capito dalla decisione del GOS (Gruppo Operativo Sicurezza) di chiudere completamente il Secondo Anello Verde di San Siro e gran parte del Primo (per evitare contatti tra tifosi, fatti traslocare in altre zone dello stadio, e lancio di oggetti dal Terzo Anello Verde, quello dedicato al settore ospiti). La gara era stata definita ad alto rischio: l’arrivo a Milano di 4 mila croati ha allertato tantissime Forze dell’Ordine che hanno controllato la città per diverse ore della giornata, via terra e via cielo.

LEGGI QUI ANCHE   -COSTACURTA STORCE IL NASO: “NON UNA GRANDE PARTITA DEL MILAN CON LA DINAMO”-

Nel pomeriggio, la maggior parte dei sostenitori croati si è ritrovata a City Life, per poi camminare in corteo verso San Siro. Tra di loro, anche il giocatore di pallacanestro Kruno Simon, che conosce la città dopo aver giocato due anni nell’Olimpia. Una piccola parte dei 4mila tifosi della Dinamo Zagabria è stata ripresa mentre sfilava per il centro di Milano esibendosi in saluti nazisti: lo stesso identico film del 2019, quando sempre a Milano ci furono episodi simili in occasione di Atalanta-Dinamo Zagabria. Di questi, 36 sono stati accompagnati in questura per l’identificazione e 23, secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, sono stati denunciati a vario titolo: dalla detenzione di fumogeni a quella di coltelli. I daspo scattati sono stati 19, tutti nei confronti dei tifosi ospiti e tutti di un anno ad eccezione di un solo caso di un tifoso trovato in possesso di ben 7 coltelli: per lui, il fermo è di due anni.

Segui la nostra pagina Facebook per sapere tutto quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live