Il governo inglese congela Abramovich e il Chelsea: cosa succede con Bakayoko?

0 cuori rossoneri

Il Governo inglese ha deciso che Roman Abramovich, proprietario del Chelsea, è tra i 7 oligarchi russi sanzionati dopo l’invasione dell’Ucraina.

Tutti i beni del russo su suolo britannico sono stati congelati: di conseguenza, anche il Chelsea non navigherà in acque tranquille nonostante l’intenzione del presidente di vendere la società. Per consentire ai Blues di continuare a svolgere l’attività sportiva, il governo ha concesso una licenza speciale che però sospende momentaneamente la vendita del club.

-Leggi QUI anche “Milan-Empoli, arbitra Chiffi: i precedenti sorridono al Milan”-

Abramovich non potrà più viaggiare nel Regno Unito e condurre transazioni finanziarie con qualsiasi azienda o persona nel paese: ecco perché da una eventuale cessione del club non guadagnerebbe nulla, non potrà ricevere pagamenti o benefici dal club del quale è proprietario. A livello sportivo, il Chelsea non potrà vendere biglietti, fare merchandising ma soprattutto rinnovare i contratti e fare compravendita di calciatori sul mercato.

Cosa succede con la situazione legata a Tiemoué Bakayoko? Il diritto di riscatto (che diventa obbligo a determinate condizioni) per il giocatore in prestito al Milan proprio dal Chelsea è fissato per la fine della prossima stagione (2022/2023). Nonostante non si sappia con certezza la durata delle sanzioni inflitte ai Campioni d’Europa uscenti da parte del governo, la situazione del centrocampista francese subisce un cambiamento abbastanza significativo. I Blues, non potendo fare mercato (al momento) e perdendo sicuramente quest’estate giocatori importanti come Azpilicueta, Rudiger e Christensen, potrebbero aver bisogno di un giocatore come Bakayoko in rosa.

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

photocredits: chelseafc.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live