Il giornalista attacca: “Milan, non eri una grande famiglia?”

0 cuori rossoneri

Con un editoriale su Tuttosport, il giornalista Alberto Pastorella si scaglia contro le parole di ieri di Maldini.

“Scusate, ci siamo sbagliati. Non era lo scudetto del gruppo, non era una grande famiglia, non erano tutti diretti verso lo stesso obiettivo. Paolo Maldini, improvvisamente, ci ha invece raccontato qualcosa di diverso, che lui stesso descrive come una grave mancanza di rispetto. Non è stato mai convocato da Elliott per discutere il rinnovo del contratto. E questo, agli occhi della bandiera rossonera, è qualcosa di insopportabile, che va sbattuto in prima pagina perché tutti ne siano partecipi. In questo momento, con questa incredibile vittoria, è probabile che Paolo Maldini sia per il popolo rossonero, soltanto mezzo gradino sotto Dio, magari a comporre con Pioli e Ibrahimovic la santissima trinità.”

“E in effetti, sui social, che sono ormai terreno di sondaggio per capire il gradimento che certe “uscite” hanno, non si fa fatica a vedere grande approvazione e grande solidarietà. Peraltro, Maldini, a parte questa uscita sinceramente inopportuna e anche un po’ volgare, sempre nel corso della stessa intervista alla Gazzetta dello Sport, ha detto tantissime cose sottoscrivibili in toto: come, ad esempio, che uno stadio da 55 mila posti non ha senso, perché troppo piccolo. Come, ad esempio, che il mercato è fermo e non aspetta. Come, ad esempio, che questa squadra ha vinto, ma per alzare l’asticella servono tre acquisti.”

Leggi QUI anche il diverso pensiero di Arrigo Sacchi: “Maldini si è confermato un fuoriclasse”

“Tutto il resto, invece, appare fuori luogo, figlio di una volontà accentratrice che, in qualsiasi azienda, porterebbe a un licenziamento immediato per giusta causa. Anzi, in realtà anche al Milan, di solito, succede così: e Boban lo sa bene. Con una differenza però: il croato era stato scavalcato nelle sue funzioni e quindi ragione per arrabbiarsi, visto che la proprietà aveva contattato Rangnick senza dirglielo. Maldini, riflettendo solo un attimo, avrebbe capito che a fronte di una cessione in corso, certe situazioni sono necessariamente congelati. In alternativa, essendo stato ore e ore con Gordon e Paul Singer, negli ultimi giorni, dirle direttamente a loro.”

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

photocredits: acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live